CATTOLICA

La Dolce vita della Regina in lutto: è morto il ristoratore "Peledo"

Giacomo Frontini, 82 anni, scomparso dopo una breve malattia. «Se n'è andato un pezzo di storia»

di THOMAS DELBIANCO

03/02/2018 - 15:14

La Dolce vita della Regina in lutto: è morto il ristoratore "Peledo"

CATTOLICA. Se n'è andato «un pezzo pregiato della storia di Cattolica», come è stato definito da alcuni dei tanti amici e conoscenti a Cattolica. Giacomo Frontini, 82 anni, conosciuto da tutti come "Peledo" è scomparso dopo una breve malattia. Peledo è stato uno storico ristoratore della Regina e fondatore dell'omonimo locale in viale Fiume, nella zona dei quattro bar. I funerali si terranno lunedì mattina alle 10 nella chiesa dei Frati.

Il ricordo degli amici

Tra i primi l’esperto della storia di Cattolica, Peter Tonti: «Ancora una volta sta a me ricordare un grande amico, che ci ha lasciati questa notte. Questa è dura da digerire dopo aver passato 80 anni assieme. La scomparsa di Peledo addolora tutti quelli che hanno vissuto il più bel periodo della nostra città. Il suo bar era l'ombelico del mondo e lo è tuttora. Ciao Giacomo, ci si vedrà nei giardini del paradiso».

Commosso anche il ricorso del presidente della Bcc di Gradara Fausto Caldari: «Con grande sconforto e profonda amarezza apprendo la notizia della tua scomparsa Peledo. Con Te se ne va una parte della Cattolica che ci ricorda i bei tempi, la spensieratezza della nostra gioventù, la dolcezza delle nostre memorie. Il tuo sorriso, il tuo saluto, i tuoi scherzi, le tue battute la grande simpatia che in ogni occasione era indice di professionalità di signorilità di allegria, rimarranno scolpite nel cuore di chi ha avuto il privilegio di conoscerti». I messaggi di affetto e i ricordi sono stati tantissimi ieri sui social per tutta la giornata. «Ciao Peledo, caro amico mio, quante storie quanti racconti quante risate mi hai fatto fare,ti ricorderò sempre con tanto affetto. Anche tu hai un posto nel mio cuore». C'è chi si ricorderà «per sempre le battute scherzose e le risate che mi facevi fare». «Un altro testimone -attore della dolce vita cattolichina che se ne va». E ancora. «Un pilastro della Cattolica col sorriso, che dispiacere, riposa in pace». A uno dei suoi amici "fa un certo effetto chiamarti Giacomo, credo che fossero pochi i "catulghin" che ti chiamassero così. Per noi tutti eri "Peledo" e basta".

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c