logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

TRIONFO AL SIGEP

La regina della pasticceria è francese

La campionessa incoronata dai maestri Iginio Massari e Roberto Rinaldini

24/01/2018 - 11:06

La regina della pasticceria è francese

La campionessa con Rinaldini

RIMINI. La francese Anabelle Lucantonio è la Pastry Queen 2018. La grande pasticcera d’Oltralpe, professionista e dimostratrice ufficiale del brand DGF, ha superato ieri sera al Sigep di Italian Exhibition Group che si chiude oggi alla fiera di Rimini l’americana Laura Lachowecki (Pastry Chef al Woodstock Country Golf Club di Indianapolis) e la messicana Sandra Ornelas (Pastry Chef Valrhona).

I rivali 

In gara anche pasticcere provenienti dal Brasile (Thais Freitas de Lima), Colombia (Astrid Morales Neira), Croazia (Silvia Cah), Filippine (Janelle Joy C. Toh), Giappone (Hiroko Morita), India (Eureka Araujo), Marocco (Khadija Moudakir), Russia (Farida Babugoeva) e Thailandia (Arisara Chongphanitkul).

Subentra a un'italiana 

Anabelle Lucantonio, allenata dal campione del mondo della pasticceria, un’autentica icona mondiale come Pascal Molines, subentra quindi all’italiana Silvia Federica Boldetti, vincitrice dell’ultima edizione e per regolamento nessuna rappresentante italiana era quest’anno in gara. 

I maestri giudici

In giuria erano presenti anche i 12 allenatori mentre il concorso, ideato e presieduto dal Maestro Roberto Rinaldini, ha avuto quale Presidente d’onore il Maestro Iginio Massari. “Abbiamo assistito ad una competizione di altissimo livello – commenta il Maestro Iginio Massari – che testimonia come la pasticceria nel mondo stia evidenziando, grazie al confronto in competizioni e manifestazioni come SIGEP, ad un progresso nella conoscenza delle tecniche di preparazione. Mi complimento con tutte le concorrenti, sono le pastry star del futuro e questa è stata una edizione straordinaria di Pastry Queen”. “Anabelle Lucantonio è una grandissima professionista – conclude il Maestro Roberto Rinaldini – ed ha superato concorrenti altrettanto preparate con la forza della regolarità. Una menzione per la giapponese Hiroko Morita, purtroppo penalizzata da una prova sbagliata che ha abbassato il suo punteggio, alla fine, ma ad un soffio dal podio. Elevatissimo il livello generale di una competizione sempre più al centro dell’attenzione nella pasticceria mondiale”.

Astrologia

Il tema del concorso, svolto in due giornate, era l’Astrologia, da illustrare attraverso l'elaborato artistico in zucchero e pastigliaggio, cercando armonia anche con i prodotti richiesti, ovvero: tarte moderna monoporzione, dessert al bicchiere gelato al caffè, dessert al piatto monoporzione al cioccolato, mignon a forma di anello gioiello.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c