RIMINI

Non sarà un problema lasciare l'ufficio per vaccinare i figli

Il Comune di Rimini è «campione di parità di genere»

Non sarà un problema lasciare l'ufficio per vaccinare i figli

RIMINI. C’è quasi perfetto equilibrio di genere nelle posizioni di vertice tra i dipendenti di Palazzo Garampi: gli uomini la spuntano solo con un risicato 51 per cento. È la fotografia scattata dal Piano triennale per la valorizzazione delle Pari opportunità e la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, approvato dalla Giunta. Obiettivo dichiarato: «Favorire percorsi di crescita professionale» e «contrastare comportamenti e atteggiamenti lesivi della dignità dei colleghi». Il Comune di Rimini conferma dunque il suo profilo di «amministrazione equilibrata nella rappresentanza di genere» anche se sono sempre in stragrande maggioranza le donne che sono costrette a fare uso della flessibilità (part time, tempo determinato, telelavoro) per poter accudire per esempio neonati, figli, genitori e famigliari anziani. Ancora pochi, ma ci sono, i colleghi maschi che hanno avanzato analoghe domande.

Esperienza ventennale

Il Comune di Rimini ha introdotto dal 1996 la disciplina del part time e ha già provveduto ad estendere le casistiche per le quali è possibile utilizzare i giorni di permesso. Ultima ma estremamente d’attualità, le visite mediche per le vaccinazioni obbligatorie per la permanenza in classe. Anche il rientro dalla maternità delle lavoratrici sarà supportato con specifici corsi di formazione e strumenti di facilitazione.

Un aiuto concreto

«Le politiche di conciliazioni virtuose vanno nella direzione di aiutare concretamente chi deve necessariamente tenere insieme la cura dei propri figli, e a volte anche dei propri genitori, visto l’innalzamento medio delle aspettative di vita, e il proprio impiego», commenta la vicesindaca Gloria Lisi. Che sottolinea come «sarebbe un bel segnale culturale un maggiore utilizzo di questa opportunità da parte degli uomini». Questi strumenti, conclude, «fanno parte integrante e importante del nuovo e più ampio processo di riorganizzazione della struttura dell’ente, a cui stiamo lavorando e che è in via di definizione».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017