Mercoledì 22 Novembre 2017 | 19:34

CORSE FOLLI

Sulla superstrada come a Santamonica: beccato ai 212 orari

Il "record" è di un motociclista. Un altro è stato immortalato dall'autovelox mentre andava ai 189

Sulla superstrada come a Santamonica: beccato ai 212 orari

CORIANO. Velocità folli in motocicletta: ai 212 chilometri orari sulla superstrada di San Marino. Un record negativo dell’incoscienza. L’immagine risale alla scorsa estate ma è stata resa pubblica solo ieri dal comando intercomunale della Polizia municipale. Il centauro in sella alla sua motocicletta è stato immortalato dalla postazione fissa dell’autovelox che si trova sulla Consolare in territorio di Coriano. «Non può essere possibile, andando a 212 chilometri all’ora, fermarsi senza costituire pericolo per gli altri e per se stessi», commenta il comandante dei vigili, Pierpaolo Marullo, che ha diffuso anche un’altra foto scattata dal velox in cui la moto, in questo caso, sfreccia a 189 chilometri orari. «Velocità che fortunatamente non capita spesso di vedere, direi che 212 è la prima volta».

Il pericolo

«Quando si guida dovremmo immaginare davanti a noi un ostacolo improvviso da evitare: un bambino, una carrozzina, un animale - argomenta ancora il comandante di Riccione, Misano e Coriano -. Si solleverebbe subito, senza pensarci neppure, il piede dal pedale dell'acceleratore perché, in fondo in fondo, sappiamo tutti che la velocità può uccidere». Ai motociclisti immortalati è stata applicata la sanzione prevista dal codice 142 bis del Codice della strada che prevede che il prefetto stabilisca una multa da 829 a 3mila e 316 euro, la sospensione della patente da 6 a 12 mesi, e la decurtazione di 10 punti.

Lo scorso anno sono state 60mila e 400 le violazioni al codice della strada, per altrettante multe elevate nei 4 comuni dagli agenti del Corpo polizia municipale intercomunale (comprendeva anche Cattolica), di cui 22.465 con l’autovelox. Otto i veicoli sequestrati, 56 le patenti di guida ritirate, 35 i documenti ritirati di veicoli tra certificati d’idoneità tecnica e carte di circolazione non in regola. Le pattuglie della squadra infortunistica hanno rilevato 562 incidenti di cui 163 incidenti senza feriti, 394 con feriti e 5 mortali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000