Bellaria Igea Marina

C'è la messa di Don Mark all'alba: la spiaggia si riempie di fedeli

«Alcuni turisti tornano qui per partecipare alla funzione. C'è gente di tutti i luoghi e tutte le età»

C'è la messa di Don Mark all'alba: la spiaggia si riempie di fedeli

Don Marco Foschi

BELLARIA IGEA MARINA. Ben 250 persone si riuniscono quasi ogni settimana per attendere il sorgere del sole davanti al mare di Igea Marina. Non sono i reduci di una notte a spasso per la città ma il gruppo di fedeli che ormai immancabilmente partecipa alla messa all’alba di Don Marco Foschi, per gli amici Don Mark.

Il parroco cinquantaduenne della Chiesa Nostra Signora del Sacro Cuore è di una vitalità sorprendente e conosciutissimo a Igea. La sua messa è diventata un ritrovo imperdibile per i tanti parrocchiani e le tante persone che accorrono in spiaggia dalle più disparate località.

Don Mark

Quando si chiede a Don Marco qual è il segreto che porta tanti fedeli a svegliarsi così presto per la messa, lui prova a spiegarlo non solo anche a se stesso così: «Forse è proprio l’alba. Il sole che sorge dal mare dà molta pace. Le persone hanno una profonda esigenza di spiritualità frutto dei ritmi troppo veloci della vita di oggi. Prima di incominciare la celebrazione attendiamo per 15 minuti l’alba in silenzio. È l’escamotage per fare silenzio non solo fisicamente ma anche dentro noi stessi».

Il terzo anno

Sono ormai tre anni che don Marco celebra la messa in spiaggia all’alba. Nel 2014 aveva iniziato “timidamente” celebrandola due volte nell’arco dell’estate. Con il passare degli anni però i fedeli si sono moltiplicati. «Non è la quantità di persone che mi interessa – dice il parroco del Sacro Cuore – anche se devo ammettere che sono davvero tantissimi. In verità quello che mi meraviglia di più è la trasversalità delle persone che partecipano. Da tutti i luoghi e di tutte le età. Ci sono bambini, ragazzi, adulti e anziani. Molti vengono persino da Cesenatico, Verucchio, Rimini, Santarcangelo, Savignano. Prima di essere parroco di Igea vivevo a Casinina, vicino a Urbino, ho amici che si svegliano prestissimo e vengono anche da lì».

Tra i tanti ci sono persone che si erano allontanate dalla chiesa e numerosissimi turisti: «I turisti quando organizzano le ferie chiedono all’albergatore se c’è la messa all’alba. Molti di loro programmano le vacanze per partecipare alla messa. Non se la vogliono perdere. Una volta una signora di Firenze è tornata una settimana dopo il soggiorno per poterla ascoltare».

Il prossimo appuntamento, già il settimo di quest’estate, è fissato per il primo agosto al bagno 59/60 alle 5,45 in spiaggia. Poi ce ne saranno ancora cinque ad accompagnare i fedeli di Don Mark lungo l’estate.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017