La storica azienda del cioccolato

La Dolciaria Rovelli raddoppia e inaugura il nuovo stabilimento

Sabato il taglio del nastro per l'azienda di Montefiore che compie 60 anni «Crediamo nella nostra terra, così abbiamo continuato a investire qui»

di EMER SANI

24/05/2017 - 11:00

La Dolciaria Rovelli raddoppia e inaugura il nuovo stabilimento

La famiglia titolare dell'azienda

MONTEFIORE. Sessant’anni di storia per la Dolciaria Rovelli che sabato inaugura il nuovo stabilimento, con il raddoppio delle metrature. L’azienda è stata fondata nel lontano 1957 da Antonio Rovelli, pasticcere con la passione per il cioccolato, con la collaborazione di Giuseppe Ferroni come ditta individuale. Oggi è diventata una realtà importante con 40 lavoratori diretti, e decine di lavoratori stagionali quasi tutti montefioresi, per un fatturato di 10 milioni di euro.

Parola di presidente

«La Rovelli ha continuato a investire ampliandosi a Montefiore, rispetto ad altre zone logisticamente migliori, perchè crede nei valori della propria terra e delle persone che ci lavorano – spiega Roberto Leurini, presidente e amministratore dell’azienda –. Alcuni dipendenti sono con noi da decenni, in alcuni casi c’è stato anche il cambio generazionale con il “passaggio” del lavoro dal padre al figlio. Crediamo e incentiviamo lo spirito di squadra; dipendenti e collaboratori sono per noi membri di una grande famiglia».

Un po’ di storia

La produzione partì con mezzi rudimentali: una cucina di casa, qualche pentola e una forchetta modificata priva del dente centrale: il primo prodotto fu il Boero, il cioccolatino extrafondente con ciliegia al liquore che rappresenta ancora oggi il business principale dell’azienda. La produzione artigianale di boeri, praline e uova pasquali proseguì nel piccolo laboratorio fino al 1970, quando venne costruito il primo stabile dell'attuale polo produttivo. Nel 1987 si spegne il socio fondatore, entra in azienda Ubaldo Ferroni attuale direttore di produzione, e insieme a Roberto Leurini, marito di Fiorella Rovelli figlia del fondatore, rappresentano le due famiglie a capo dell'azienda. Gli ampliamenti della Rovelli si susseguono nel 1982, nel 1991 e nel 2000.

L’export vola

Sono del 1992 i primi approcci sui mercati esteri: la Grecia in particolare, dove il marchio Rovelli viene presto collocato sugli scaffali di tutte le più importanti insegne della grande distribuzione. Nel 1999 entra in azienda Roberta Leurini che fino al 2005 si occupa dello sviluppo dei mercati esteri, portando il fatturato dell’export al 40% del totale. Sempre nello stesso anno si registra l’ingresso di Francesca Leurini, che sviluppa ulteriormente la presenza del marchio Rovelli a livello mondiale. Attualmente le esportazioni valgono oltre 4 milioni di euro all’anno (quasi la metà del fatturato totale), con affari consolidati in Israele, Slovenia, Paesi Bassi, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Singapore e Australia. Dal 2017 Rovelli è official partner Ducati e sponsor del pilota Ducati Michele Pirro, che parteciperà all’inaugurazione in sella alle moto della Superbike e a quelle del MotoGp. Dalle 21.30 il concerto gratuito dei Moka Club.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c