Mercoledì 16 Agosto 2017 | 15:33

Le vacanze sui pedali

Il Ct Cassani lancia la volata al cicloturismo

Il governatore Bonaccini: soldi subito per chiudere le buche sulle strade

L'incontro

Cassani Bonaccini e Gnassi

RICCIONE. Davide Cassani tira la volata al cicloturismo e lo fa, per il secondo anno consecutivo, portando a Riccione le nazionali di ciclismo Under 23 e Juniores, ospiti del Consorzio Riccione Bike Hotels fino a domani. «Riccione ha tutto quello che serve per fare buon ciclismo a partire dai bike hotel - ha detto il ct della Nazionale ciclismo incontrando il presidente della Regione Stefano Bonaccini e il presidente della Provincia Andrea Gnassi -: hotel buoni, un paesaggio incredibile fatto di pianure e anche di tante salite, ideale per l’allenamento».

Strade delle quali però lo scorso settembre si era lamentato l’ex campione del mondo Maurizio Fondries, «piene di buche» aveva testimoniato in un video postato sui facebook, ma sulle quali adesso cadranno una pioggia di soldi, dei quali Bonaccini ieri ha dato conferma specificando che «saranno spesi subito, in tempi rapidissimi, in modo da essere pronti per l’estate». Proprio nei giorni scorsi, infatti, la Regione e le provincie di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna hanno annunciato lo stanziamento di tre milioni di euro da dedicare alla messa in sicurezza dei tratti delle strade provinciali maggiormente battuti dai bikers, facendosi carico delle istanze delle associazioni sportive e dei tanti operatori che da tempo richiedevano interventi fondamentali per poter garantire un’offerta adeguata a chi sceglie di allenarsi o di trascorrere le vacanze in bicicletta sulle nostre colline.

Bonaccini ha voluto ringraziare pubblicamente Cassani che «con il Giro d’Italia Under 23 porta tre tappe in Emilia Romagna» ribadendo «l’importanza del target dei cicloturisti per la vocazione turistica del territorio» e sottolineando come «sia un modo pregiato per raccontare il territorio e i suoi luoghi più belli». Tra l’altro, ha annunciato Bonaccini, «il piano di ricambio dei treni regionali, oltre a tutti i comfort tra i quali l’aria condizionata, prevede vagoni per bici in ogni convoglio». Andrea Gnassi ha poi sottolineato l’importanza del cicloturismo, «che va sviluppato per quei potenziali turisti, come quelli del nord Europa, che guardano con favore al territorio riminese».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000