Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:50

BUONE NOTIZIE PER LA BANCA

Gli ispettori di Bankitalia lasciano la Carim

Adesso riparte la ricapitalizzazione

  Gli ispettori di Bankitalia lasciano la Carim

RIMINI. Banca Carim può tirare un sospiro di sollievo: la verifica degli ispettori di Banca d’Italia è finita. L’operazione di crescita e consolidamento del principale istituto di credito riminese attraverso una robusta ricapitalizzazione può dunque prendere il via dopo quasi un semestre di stop.

La notizia arriva direttamente dalla banca che ieri attraverso una nota ha fatto sapere che il consiglio di amministrazione ha approvato la “situazione semestrale” al 30 giugno del 2016. «Il risultato economico e patrimoniale della semestrale - si legge nella nota che porta la firma del presidente Sido Bonfatti - recepisce integralmente quanto emerso dal confronto con il gruppo ispettivo. Sono stati registrati accantonamenti a copertura dei crediti deteriorati pari a 86 milioni e sono stati svalutati i residui avviamenti iscritti a bilancio per 23 milioni». Queste cifre spiegherebbero un risultato di gestione che al netto delle fiscalità è negativo per 73 milioni.

Carim fa notare che i costi operativi sono in ulteriore riduzione rispetto all’anno precedente. Dal 2012 Carim ha “riqualificato gli attivi”; adottato criteri di massima prudenza nell’attività di prestito; rafforzato i controlli; compresso i costi operativi; razionalizzato la rete distributiva (da 106 a 75 sportelli); reso più efficiente l’organico (da 755 a 665 addetti).

Dal punta di vista degli indicatori di salute della banca, il Total capital ratio è passato dal 8,08% di inizio ispezione all’8,81% di oggi ma l’obiettivo fissato dagli organi di vigilanza è l’11,30%.

Ora per Carim, insieme ai propri advisor, sembra arrivato il momento di soluzioni aggregative. La banca si è inoltre già mossa per fare ripartire il processo di ricapitalizzazione. La raccolta totale è scesa del 4,6% («in linea con le tendenze del sistema bancario») ed è stata pari a 4.321 milioni di euro. Per i prossimi mesi sono previsti ammodernamenti delle filiali con dotazioni di soluzioni tecnologiche finalizzate a ottimizzare il servizio per la clientela.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000