ARTISTI DI STRADA

Cantano con l'amplificatore musicisti multati

Sanzione da 512 euro. "Sgallo" annuncia: sarò meno presente a Rimini

 Cantano con l'amplificatore musicisti multati

RIMINI. Lo conoscono tutti: Sgallo. All’anagrafe Paolo Sgallini. Artista di strada, suonatore, one man show. Chiunque si è fermato ad ascoltarlo in piazza Tre Martiri al sabato mattina. Bene, “Sgallo” non canta più. Non più come prima, almeno. I vigili urbani gli hanno detto che se continua a usare l’amplificatore, la multa è salata: 512 euro. E lui lascia Rimini senza musica.

L’annuncio ieri sulla pagina Facebook.

«La polizia municipale - ha scritto Sgallo - ha emanato un’ordinanza che prevede una sanzione per l’utilizzo dell’amplificatore durante gli spettacoli di strada».

Lo stesso musicista ammette che qualcuno ha esagerato. «Questa estate c’è stata gente che veniva da fuori che sicuramente ha superato la soglia del comune vivere civile, volumi troppi alti e troppe ore nella stessa postazione. Fatta questa premessa mi chiedo perché bisogna arrivare a colpire tutti visto che la responsabilità è sempre personale. Sono il primo a volere un’arte di strada libera ma che si possa integrare con gli equilibri della città, chi mi conosce sa che ho sempre cercato di essere rispettoso di tutti e dei regolamenti».

Ma? «Questa nuova situazione mi porterà a evitare di suonare a Rimini, a parte ogni tanto in mezzo alla settimana solo con la mia chitarra e magari seduto per terra come tanti che lo fanno, ma non hanno idea di cosa sia fare veramente arte di strada».

Dal comando della polizia municipale spiegano che il limite della “sopportazione” è stato superato: decine e decine di lamentele da parte di cittadini, lavoratori e negozianti. Tradotto: non era più possibile fare finta di niente. L’articolo 11 del regolamento relativo all’inquinamento acustico ha offerto il principio della “normale tollerabilità”, che è stato abbinato alla presenza di amplificatori.

Nessuna “crociata”, per ora, i vigili si limitano a informare gli artisti di strada del nuovo corso, ma nell’immediato futuro scatteranno sanzioni e anche il sequestro degli strumenti.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017