Lunedì 05 Dicembre 2016 | 13:27

A DUE PASSI DA PIAZZA CAVOUR

Investito da un motorino, cade e muore

Il "Ciao" in senso vietato: il conducente, uno studente riminese, denunciato per "omicidio stradale"

Investito da un motorino, cade e muore

RIMINI. Investito e ucciso da un ciclomotore che viaggia in senso vietato. L’incidente è accaduto l’altra notte verso l’1.30 in via Gozio de’ Battagli, una stradina a due passi da piazza Cavour, all’altezza del numero civico 12. La vittima, un cittadino romeno di 42 anni sulla cui identità sono ancora in corso accertamenti, camminava con un suo conoscente. All’improvviso è sbucato il Ciao Piaggio, dalla direzione sbagliata, che lo ha urtato facendogli perdere l’equilibrio. L’uomo è caduto rovinosamente a terra. Sfortuna ha voluto che abbia battuto la testa nel cordolo del marciapiede: l’uomo è morto sul colpo. L’ambulanza del 118 è arrivata in pochi minuti e gli operatori hanno tentato a lungo di rianimarlo, ma non c’è stato niente da fare.

Sul posto, per ricostruire la dinamica, è intervenuta una pattuglia della sezione Polizia Stradale di Riccione. Il conducente del ciclomotore, uno studente universitario riminese di 23 anni, è stato denunciato a piede libero con l’ipotesi di omicidio stradale e sottoposto alle analisi del sangue in ospedale per accertare l’eventualità che avesse bevuto oltre il consentito o assunto sostanze stupefacenti. Gli accertamenti chiariranno tutto. Il giovane, sotto choc per l’accaduto, ha escluso entrambe le circostanze, mentre è appurato che viaggiasse in senso vietato.

L’uomo rimasto ucciso era privo di documenti e la persona che era con lui non ha fornito elementi certi per identificarlo compiutamente. Dovrebbe trattarsi di un cittadino di nazionalità romena di quarantadue anni, senza fissa dimora. (and.ros.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000