Lunedì 26 Settembre 2016 | 10:47

VERSO IL CAMPO LAVORO

Un'onda gialla per un pieno di solidarietà

Iniziata la distribuzione dei 165mila sacchi da usare per "ripulire" cantine e garage. E quest'anno anche uno spettacolo al Teatro degli Atti

Un'onda gialla per un pieno di solidarietà

RIMINI. Una cascata fatta di ben 165 mila sacchi di plastica gialla sta per inondare le abitazioni riminesi. Sono gli ormai famosi sacchi del Campo Lavoro missionario in programma, per il 36° anno consecutivo, il 9 e 10 aprile su tutto il territorio della diocesi.

Svuotando cantine e soffitte, l’anno scorso il Campo Lavoro ha fatto registrare un risultato economico di 199 mila euro utilizzati per sostenere iniziative in Africa, America latina, Albania e aiutare famiglie povere riminesi. Quest’anno si replica con i contributi del Campo che serviranno per finanziare l’attività educativa della missione diocesana in Albania, il lavoro a sostegno di giovani carcerati condotto dall’associazione Papa Giovanni XXIII e il nuovo reparto di ostetricia nella missione di Maria Negretto entrambi in Cameroun, i lavori di ampliamento della casa famiglia delle Maestre Pie in Brasile, la nuova chiesa nella missione di padre Masini in Etiopia. Senza dimenticare un contributo alla Caritas diocesana destinato ad aiutare famiglie riminesi in difficoltà economica.

Cosa si raccoglie.

La 36a edizione del Campo sarà articolata anche quest’anno su 6 punti di raccolta con almeno 2 mila volontari. Ricordiamo che il Campo Lavoro raccoglie carta, ferro e metalli vari, indumenti, scarpe e pelletteria, libri, giocattoli, biciclette, piccoli elettrodomestici e oggetti per la casa. Oggetti particolari o ingombranti potranno essere consegnati direttamente, oppure se ne potrà richiedere il ritiro chiamando il più vicino Centro di raccolta.

La “raccolta dei piccoli”.

In attesa del “Campo dei grandi”, è partita la raccolta nelle scuole riminesi che partecipano al progetto educativo 2016. Anche in questo caso, tanti sacchi ricolmi di libri, giocattoli, indumenti ormai fuori misura portati dagli alunni e ammassati nelle aule, in attesa di essere ritirati dai volontari del Campo. Venerdì, la raccolta è iniziata al “Girasole”, “Via dell’Albero”, “Capriola”, “Gabbianella” mentre domani sarà la volta delle scuole elementari di San Giuliano Mare, via Orsoleto e, ancora, delle materne “Il Volo” e “Le Margherite”. Si andrà avanti così, fino al 4 aprile.

Il progetto educativo nelle scuole.

“Incontriamoci”. È questo il titolo del progetto promosso con la Caritas che si propone come intervento di educazione alla mondialità nell’intento di formare cittadini capaci di aprirsi al dialogo e aperti alla convivenza tra persone diverse, nel rispetto di regole comuni. Grazie all’aiuto di supporti didattici articolati per fasce di età (letture, giochi, filmati, animazioni in classe) il progetto punta alla valorizzazione delle differenze, intese come occasione di arricchimento reciproco ma anche come opportunità di cooperazione per raggiungere insieme risultati migliori. Tra materne, elementari e medie il progetto educativo del Campo 2016, così come l’anno scorso, coinvolgerà circa 7 mila alunni in tutta la provincia.

Non solo rottami.

Tra le novità del 2016, va ricordata l’inaugurazione ufficiale con uno spettacolo teatrale in programma domenica 3 aprile alle 16.30 al teatro degli Atti di Rimini. Titolo “QB. Quanto basta”, nell’interpretazione di Itineraria Teatro: una testimonianza di teatro civile per ripensare i nostri comportamenti quotidiani e gettare le basi per un futuro equo e sostenibile. Attraverso citazioni di Francesco Gesualdi, Alex Langer, padre Alex Zanotelli e molti altri, il lavoro teatrale affronta i temi delle diseguaglianze tra nord e sud del mondo, del riciclo e del riuso delle risorse, della salvaguardia del Creato. All’appuntamento saranno presenti i referenti locali delle missioni destinatarie dei contributi 2016 e altre organizzazioni partner del Campo. Al termine dello spettacolo sono previste alcune testimonianze e, per finire, un aperitivo augurale a Km. 0. Ingresso a offerta libera.

Centri raccolta.

Questi i numeri per contattarli: Rimini (345.6182101-345.9782086), Riccione (366.8206629 - 333.9438635), Santarcangelo (342.7177813), Bellaria (338.3814381), Villa Verucchio (328.7760898), Cattolica (338.3160142 - 339.3114130).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000