Lunedì 26 Settembre 2016 | 03:56

SECONDO COLPO IN 7 GIORNI

Sant'Ermete Calcio, quinto raid dei ladri

Hanno divelto le porte di spogliatoi, magazzino bar, ufficio e sono scappati con le divise

Sant'Ermete Calcio, quinto raid dei ladri

SANTARCANGELO. Quinto furto nella sede del Sant’Ermete calcio. Sembra incredibile ma purtroppo è tutto vero: a meno di una settimana dal quarto colpo subito, i ladri hanno preso di mira nuovamente la società santarcangiolese. ll vicepresidente Maurizio Molari fatica a trovare le parole: «Due furti in meno di una settimana cominciano a essere troppi»

E prosegue. «Non avremmo mai creduto che sarebbe accaduto ancora a distanza così ravvicinata. Viene voglia di mollare tutto. A campionato finito decideremo che misure adottare per evitare che questi episodi continuino a ripetersi». I malviventi sono entrati nella notte tra lunedì e martedì ed hanno fatto parecchi danni; hanno divelto le porte degli spogliatoi, del magazzino, del bar e dell’ufficio e sono scappati con le divise sportive e i medicinali trovati nell’armadietto del massaggiatore. Il conteggio preciso dei danni deve essere fatto ma per sistemare tutto ci potrebbero volere alcune migliaia di euro. «Nell’ufficio - spiega Molari - hanno buttato tutto per aria. Questa mattina (ieri, ndr) dei volontari ci hanno aiutato a sistemare ma non si può continuare così». Anche ieri, come nell’occasione precedente, il Sant’Ermete Calcio ha annunciato il furto sulla pagina Facebook: «Quinta visita in un anno, seconda in una settimana. Porte di bar, magazzino, spogliatoi e ufficio da rifare. Tre borsoni di divise dei bambini portate via, medicinali portati via. State giocando sulla passione delle persone. Non siete ladri siete m…».

Il furto precedente risale alla notte tra martedì e mercoledì della scorsa settimana e si trattava del quarto nell’arco di un anno. Dopo essere passati dalla sede della società sportiva, i malviventi hanno tentato un colpo anche al vicino distributore di benzina Eni in via Marecchiese. Ma qui, intorno alle 2.30, sono stati scoperti da una volante della polizia di Stato, in servizio di controllo del territorio. I poliziotti hanno visto due persone che vedendo la pattuglia sono scappati, scavalcando la recinzione posteriore del distributore, e hanno fatto perdere le loro tracce. Poco distante, in via Maiolo, gli agenti hanno trovato una Mercedes R320 risultata rubata a Imola il 23 febbraio scorso. All’interno sono stati trovati oggetti di varia natura: utensili meccanici, generi alimentari e l’abbigliamento sportivo rubato al Sant’Ermete Calcio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000