Giovedì 29 Settembre 2016 | 15:34

ANCHE I TELEFONI IN TILT

Riccione nel caos delle multe doppie

Chi ha conservato il bollettino se la cava in fretta, per gli altri la trafila sarà lunga

 Riccione nel caos delle multe doppie

RICCIONE. Sono 9mila i solleciti di pagamento delle multe inviati agli automobilisti in questi giorni. Molti dei quali sono dei doppioni di verbali già pagati e rispediti per sbaglio. I cittadini ai quali sono già arrivati i solleciti, con tanto di un corposo rincaro, si sono catapultati infuriati al comando dei vigili dove è esploso il caos, complice anche il concomitante malfunzionamento delle linee telefoniche. I bollettini di pagamento fanno riferimento a multe del 2013, in pratica il flusso di dati trasmessi in via telematica da chi ha ricevuto il pagamento non si è incrociato con i dati dei verbali elevati dalla municipale, dal quale quindi è partito il sollecito di pagamento con l’aggiunta della mora, di interessi e delle spese accessorie e di spedizione. «Per un divieto di sosta in piazza Unità da 41 euro mi è arrivata una notifica da 150 euro - racconta una lettrice del Corriere Romagna che ha segnalato il problema -, fortunatamente ho ritrovato il cartaceo dell’avvenuto pagamento e quindi mi sono messa in fila al centro Jimmy Monaco per sistemare la questione, ieri insieme a tanti altri. Solo due di questi avevano il contrassegno del pagamento, gli altri no. I telefoni erano in tilt, agli sportelli dicevano che anche loro non sapevano come fare». Dal Comune spiegano che, «la lista delle posizioni relative all’anno 2013 inviate alla Sorit nel mese di maggio del 2015 per quanto riguarda il pagamento di verbali non debitamente saldati, ha evidenziato alcune discrepanze dovute alla compresenza nel corso del 2013 di diverse tipologie di incasso. In questi casi può verificarsi che, anche qualora l’utente abbia regolarmente proceduto al saldo della propria posizione in essere, non si sia verificata materialmente la conclusione dell’iter procedurale relativo al verbale notificato». Il Comando della municipale comunica che le posizioni da definirsi, «verranno, previa verifica della documentazione eventualmente prodotta, prontamente valutate al fine di agevolare la conclusione della pratica e dove possibile procedere con una eventuale archiviazione in autotutela». Comunque vada l’accaduto creerà un grattacapo ai cittadini. «Per evitare ogni possibile disagio, il Comando di polizia municipale è a disposizione degli utenti per rilasciare ogni informazione e chiarimento dalle 8.30 alle 18.30 alla centrale operativa in via Empoli, al numero del centralino 0541 649444 oppure alla mail poliziamunicipale@comune.riccione.rn.it».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000