Domenica 04 Dicembre 2016 | 13:13

Più letti oggi

IL CASO

Colpito da legionella, grave anziano

Aveva tosse e febbre, gli esami ospedalieri hanno accertato l'infezione. Viveva a casa con la moglie, tenuta sotto controllo. Nessun allarme di altri contagi

LEGIONELLA A FORLì

FORLÌ. Ricoverato in gravi condizioni con la legionella. Un forlivese di 87 anni si trova nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale “Morgagni Pierantoni”. Si è presentato lunedì con tosse e febbre alta, sintomi che hanno fatto pensare alla possibile infezione, causata da un batterio chiamato Legionella pneumophila.

Gli esami cui è stato sottoposto al centro specializzato di Pievesestina di Cesena hanno permesso di confermare che l’uomo ha contratto la legionella. L’uomo vive a Forlì, insieme alla moglie, nella propria abitazione. Non sono interessate, quindi, strutture pubbliche come alberghi o case di riposo. Sotto osservazione anche la moglie visto che hanno diviso lo stesso ambiente domestico. Le condizioni dell’uomo sono considerate gravi anche in virtù dell’età non più giovanissima.

Un caso isolato, quindi, ma che merita di essere tenuto sotto controllo. Nessun pericolo che l’infezione si allarghi visto che l’anziano è stato subito sottoposto alle cure del caso. I sanitari spiegano che d’estate, con il caldo, e nelle persone non più giovani, non è impossibile trovarsi di fronte a queste patologie. Un fatto sporadico, inaspettato. Del caso è stato informato il servizio di Igiene Pubblica dell’Ausl che ha subito messo in moto tutti i meccanismi di controllo quando si verificano simili episodi. Ieri mattina è arrivata la certificazione della patologia. A causa anche dell’età avanzata le sue condizioni sono giudicate serie. Visto l’ambiente non comune dove risiede non sono state, comunque, prese ulteriori misure.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000