Domenica 25 Settembre 2016 | 09:09

Più letti oggi

IL PONTE SUL FIUME MARECCHIA

Caos Statale fino ad aprile, via ai semafori anti file

Riunione in Prefettura: previsti percorsi alternativi e sensori agli ingressi della rotatoria

Caos Statale fino ad aprile, via ai semafori anti file

 

RIMINI. Durerà oltre due mesi l’inferno per gli automobilisti che passeranno lungo la Statale 16. I tratti all’altezza della rotatoria dello stadio del baseball saranno infatti bloccati dai lavori dell’Anas fino ad aprile: gli attuali interventi, che stanno congestionando la circolazione, passeranno tra un mese dall’attuale carreggiata, quella in direzione Ravenna-Rimini, a quella opposta, direzione Rimini-Ravenna.

L’obiettivo sarà quello di «incrementare le condizioni di sicurezza del ponte sul Marecchia, in particolare attraverso il rifacimento dei marciapiedi e l’installazione di barriere di protezione laterali conformi alle vigenti normative». Non solo: «L’ultima fase del cantiere prevede la sostituzione di elementi strutturali del ponte che comporterà alcune limitazioni al transito, la chiusura alternata di entrambe le corsie di sorpasso, che saranno effettuate in esclusivo orario notturno». I lavori verranno completati «entro la prima decade del mese di aprile».

Le spiegazioni sono arrivate ieri dall’amministrazione comunale al termine dell’incontro in Prefettura, dove erano presenti il vice prefetto Clemente Di Nuzzo, gli assessori del Comune di Rimini Jamil Sadegholvaad e Roberto Biagini, il comandante della polizia municipale Vasco Talenti, il comandante della polizia stradale Angelo Frugeri e i rappresentanti di Anas.

Un vertice in cui sono state messe a punto anche delle contromisure per limitare i disagi. A cominciare, in questa prima fase di cantiere, dal posizionamento di «due semafori in direzione Santarcangelo–Rimini e Ravenna–Rimini». Si tratta di semafori «dotati di sensori, che consentiranno la regolazione degli ingressi in rotatoria e di evitare, per quanto possibile, i conflitti all’interno della rotatoria».

Altra contromisura prevista riguarderà «il monitoraggio dei tempi semaforici dell’incrocio tra la Statale 9 e via Italia che saranno eventualmente modificati in base alle esigenze della circolazione». Inoltre, spiegano ancora dall’amministrazione al termine della riunione in Prefettura, per consentire l’utilizzo di percorsi alternativi è stata «posizionata apposita segnaletica alle seguenti intersezioni: Santarcangelo rotonda; Santa Giustina; San Martino in Riparotta; Fiera; Incrocio via Emilia e via Italia; Rotatoria Marecchiese; Tolemaide; cavalcavia Viserba».

L’ultimo punto su cui si cercherà di intervenire è «una sincronizzazione dei lavori in relazione alla chiusura del ponte di via Coletti, prevista per le prossime settimane». Un tentativo, anche questo, per cercare di alleggerire l’inferno che aspetta gli automobilisti per i prossimi due mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000