Venerdì 09 Dicembre 2016 | 06:42

MIRAMARE ISOLATA

In 600 senza telefono: il Fellini fa causa

I lavori in un cantiere tranciano i cavi della Telecom, danni a una centrale di Rimini sud L'aeroporto chiederà i danni

In 600 senza telefono: il Fellini fa causa

RIMINI. Blackout telefonico per 600 tra famiglie, hotel, negozi e non solo: è scattato lunedì e a mandare in tilt una centrale della Telecom, in zona Miramare, sono stati gli scavi effettuati in un vicino cantiere, che hanno tranciato due maxi cavi della compagnia. Colpito anche l’aeroporto, che ha già annunciato la richiesta danni.

L’isolamento è partito attorno alle 16.30, quando la ditta Cbr stava effettuando gli scavi legati ai lavori sulla fluidificazione dell’asse mediano voluti dall’amministrazione comunale. E’ lì, in zona via Losanna, che sono stati tranciati di netto due maxi cavi «in grado di collegare rispettivamente 200 e 400 utenze telefoniche», spiegano dallo stesso Comune. Cavi che erano segnalati nelle planimetrie ma non erano coperti e in un attimo in 600, tra privati e attività commerciali, si sono trovati di colpo senza collegamenti.

La prima segnalazione è arrivata proprio dallo scalo Federico Fellini, che in una nota inviata ieri pomeriggio ha spiegato che stavano tornando «a funzionare le linee telefoniche voce e dati in rete fissa», dopo che nella giornata precedente l’aeroporto era piombato in una situazione di totale precarietà: «Era collegato solo attraverso linee mobili». Le linee telefoniche fisse e le linee dati sono state infatti tra «quelle interrotte a causa di un danno a un gruppo di cavi che collega la cabina 5 Miramare di Telecom».

Subito è scattata la corsa per attenuare il collasso nelle comunicazioni: «I tecnici di Airiminum hanno lavorato alacremente per ripristinare temporaneamente, attraverso reti mobili, i collegamenti internet». Il web è quindi tornato poco dopo operativo ma solo in condizioni zoppicanti; per lo scalo la situazione è poi tornata alla normalità nella giornata di ieri, attorno alle 15. Airiminum annuncia che non sa ancora contro chi, «i nostri legali lo valuteranno», ma chiederà i danni «a causa dei considerevoli disagi subiti». Lunedì non erano previsti voli al Fellini, ma a quanto fa sapere la società di gestione dello scalo i danni si sarebbero verificati anche per i quattro voli di ieri da e per Lussemburgo.

Meno fortunate, comunque, le tante persone rimaste ancora isolate. Contattata la Telecom, il centro assistenza ha infatti spiegato che le 600 linee «saranno progressivamente sistemate, i tecnici sono al lavoro senza sosta per fare tornare alla normalità la situazione: confidiamo che entro sabato riusciremo a risolvere i problemi per tutte le utenze». (simone mascia)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000