Mercoledì 28 Settembre 2016 | 22:28

LUTTO

Addio a Edmo Nanni, storico capo dei bagnini

Addio a Edmo Nanni, storico capo dei bagnini

RIMINI. «La loro unica fortuna è che sono sempre l’ultimo ad andare via dalla spiaggia». Così Edmo Nanni, il 24 agosto del 2009 a 76 anni compiuti, aveva “minimizzato” il suo intervento in cui a tarda sera aveva strappato da morte certa tre persone finite in balia delle onde e prese per i capelli prima che annegassero. Una versione di basso profilo, in cui quello che contava era raggiungere l’obiettivo, senza troppi fronzoli.

Morto ieri all’età di 82 anni, lo storico fondatore dal 1972 della Cooperativa bagnini di cui è stato presidente fino al 2008, è descritto da tutti i suoi colleghi come «un uomo concreto, vero, come pochi altri». Il primo a pescare nel molo dei ricordi è Giorgio Mussoni, numero uno di Oasi Confartigianato, di cui Nanni era vicepresidente: «Ho perso un amico e il braccio destro per oltre un ventennio: senza di lui non sarà più la stessa cosa».

Parole sibilate senza nascondere la commozione, Mussoni ricorda che Nanni «nonostante gli 82 anni era ancora attivo e la sua vita era la spiaggia, a cui aveva dedicato fino all’ultimo tutta la sua esistenza». Nanni era titolare a Miramare dei bagni 134 e 135: assieme a tutta la famiglia, anche con la moglie e i due figli a cui aveva passato il testimone, «mandava avanti un’azienda senza mai riposarsi: era un uomo tutto d’un pezzo che se doveva dire le cose in faccia, per il bene dei bagnini e del turismo in generale, non si metteva problemi».

Commosso anche il ricordo di Romeo Nardi, ex numero uno del consorzio Marina riminese, che non nega di avere avuto «parecchi contrasti con Nanni, con cui mi sono trovato spesso in disaccordo».

Ma non per questo, prosegue Nardi, «è mai venuta meno la stima, verso una persona dal carattere forte e che aveva più degli altri la lungimiranza di capire in anticipo le situazioni, sempre prima di tutti». Proprio per questo, ricorda il “nemico-amico”, «se non gli fornivi delle motivazioni e delle spiegazioni concrete, era quasi impossibile che cambiasse idea». E Nardi prosegue ricordando quello che veniva definito come lo storico capo dei bagnini di Rimini sud: «Ci mancherà per la sua intelligenza, a me personalmente mancherà tantissimo perché con lui ho condiviso tanti anni e so che persona schietta è sempre stata».

I funerali si svolgeranno domani alle 16, nella chiesa Sacro Cuore Gesù, a Miramare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000