Martedì 06 Dicembre 2016 | 09:07

TRAGEDIA A MIRAMARE

Travolto e ucciso sulla Statale Adriatica

Un riminese a bordo di una Opel non ha potuto evitarlo. La vittima è un 43enne di nazionalità rumena

 Travolto e ucciso sulla Statale Adriatica

 

 

RIMINI. Travolto e ucciso la scorsa notte mentre cercava di attraversare la Statale Adriatica all’altezza di Miramare. L’incidente è accaduto intorno alle 2.

La vittima, un 43enne di nazionalità rumena, stava camminando lungo la strada ed era visibilmente alterato, probabilmente dall’eccessiva assunzione di alcol, tanto che sono state diverse le chiamate di segnalazione al 112 e al 113 da parte degli automobilisti che passavano in quel momento.

Secondo le testimonianze delle persone che hanno avvisato le forze dell’ordine, l’uomo si muoveva barcollando, sporgendosi pericolosamente verso la carreggiata. Il tratto che stava percorrendo è fra l’altro particolarmente buio e quando è arrivata l’Opel Agila che lo ha investito, il conducente, un riminese di 28 anni, non ha potuto evitare l’impatto.

Anche se la prassi prevede che venga iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo e la patente gli è stata ritirata, il giovane, che viaggiava in direzione Rimini - Riccione, in base ai primi accertamenti non avrebbe alcuna responsabilità.

Saranno comunque i rilievi a ricostruire l’esatta dinamica. All’alcol test è risultato negativo e subito dopo l’incidente ha chiamato i soccorsi.

Purtroppo però, per lo straniero non c’è stato nulla da fare nonostante i tentativi di rianimarlo da parte del personale medico del 118. Le lesioni alla testa e al torace non gli hanno lasciato scampo.

Sul posto per i rilievi sono intervenuti i carabinieri della stazione di Miramare e i vigili del fuoco. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine e in passato era stato soccorso per aver alzato un po’ troppo il gomito ma aveva sempre rifiutato le cure ospedaliere.

Il nome del 43enne non è stato reso noto perché in tasca aveva solo un documento fotocopiato e quindi sono necessari ulteriori accertamenti per confermare la sua identità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000