Lunedì 26 Settembre 2016 | 00:30

GROTTA ROSSA NOTTE DI TERRORE

Casa devastata dalle fiamme, salvato disabile

Incendio esploso per un cortocircuito. Tre scampati al rogo: tutti ricoverati

 Casa devastata dalle fiamme, salvato disabile

RIMINI. Salvati dalle fiamme che hanno distrutto la loro abitazione. Una donna di 75 anni e suo nipote, un 58enne disabile, sono vivi grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco. Il rogo è scoppiato alle 3 di ieri in via Fornasara, in aperta campagna nella zona della Grotta Rossa, probabilmente a causa di un cortocircuito innescato da una presa.

Terrore nel cuore della notte, con le fiamme che si sono levate alte e hanno fatto scattare la richiesta dei soccorsi, arrivati appena in tempo per evitare che l’incendio sfociasse in una tragedia.

Un epilogo evitato anche grazie al marito della donna, un 77enne che ha lanciato l’allarme dopo essere riuscito a uscire di casa mettendosi in salvo non appena si è accorto che il fumo stava invadendo tutti gli ambienti. Una reazione tempestiva che ha salvato la vita a tutta la sua famiglia. Quando sono arrivati, infatti, i vigili del fuoco lo hanno trovato in mezzo alla strada in preda al panico che chiedeva aiuto a squarcia gola: «Mia moglie e mio nipote sono rimasti dentro, vi prego aiutateli!».

Per spegnere le fiamme, i pompieri, impegnati in tre squadre, hanno impiegato più di tre ore. Ma prima hanno liberato l’anziana e il figlio che erano bloccati al primo piano della villetta. La donna è rimasta accanto al 58enne, impossibilitato a muoversi per problemi di disabilità. Il fuoco si era infatti già propagato al piano rialzato e i due non riuscivano a venirne fuori. Sono stati momenti interminabili per i tre familiari svegliati nel cuore della notte da un vero e proprio inferno. I vigili del fuoco hanno utilizzato la scala per entrare al primo piano e trarli in salvo. Un’ambulanza del 118 ha portato i tre in ospedale. Con la famiglia vivono anche tre cani, rimasti illesi, che sono stati affidati alle cure del personale del canile comunale. L’abitazione è andata quasi completamente distrutta ed è stata dichiarata inagibile perché l’incendio ha danneggiato parti strutturali. Sul posto, per gli accertamenti, sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Rimini. Dalle prime verifiche pare che a scatenare l’incendio sia stato il malfunzionamento di una presa del piano rialzato. Le fiamme si sono propagate nello spazio tra la cucina e il soggiorno. La donna è stata portata in via precauzionale all’ospedale di Ravenna, in camera iperbarica, mentre i due uomini sono stati ricoverati all’Infermi (lucia paci)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000