Giovedì 08 Dicembre 2016 | 21:06

PAURA IN VIA FAENTINA

Rapinatore in fuga travolge una donna

Rincorso e bloccato da tre immigrati

 Rapinatore in fuga travolge una donna

RAVENNA. Prova a rubare in un supermercato, minaccia la cassiera che lo ha scoperto con una catena e poi, scappando in sella alla sua bicicletta, travolge una donna. A fermarlo sono altri tre passanti. Tre giovani immigrati africani che non esitano a rincorrerlo e a bloccarlo in attesa dell’arrivo dei carabinieri che evitano il peggio sottraendo il rapinatore - un pregiudicato italiano - all’ira della folla che ha assistito alla scena. Una scena da film quella che, poco prima delle 18 ieri, va in onda in via Faentina, all’interno del supermercato Penny Market.

Pochi minuti prima un italiano di origini napoletane, con precedenti per furto, si presenta all’interno del negozio. Dietro le spalle ha uno zainetto voluminoso. Forse è un volto conosciuto, forse si fa notare proprio per quel dettaglio da taccheggiatore tipo, abbinato a un aspetto poco rassicurante. Alcuni testimoni, infatti, riferiranno ai carabinieri di averlo visto muoversi come se avesse bevuto. E non a caso la sua prima tappa è di fronte allo scaffale della birra. Ne prende alcune e, pensando di non essere visto, le mette dentro lo zaino. La stessa cosa la fa con alcune confezioni di parmigiano. Alla fine la spesa sarà consistente: il taccheggiatore si mette nello zaino 300 euro di formaggio. Una volta alla cassa tenta di passare senza pagare, ma una cassiera gli chiede di fermarsi a saldare il conto. Lui non ci vede più ed estrae una catena di quelle per chiudere la bicicletta. Minaccia la giovane cassiera e si apre un varco verso l’uscita, poi inforca la sua bicicletta e scappa. Ma dopo pochi metri investe una donna che stava passando nei pressi del negozio. La donna urla, ma lui non si ferma. Alla scena assistono tre giovani immigrati di colore (forse senegalesi) che inseguono il fuggitivo senza pensarci due volte. Lo raggiungono e lo bloccano. Intanto un dipendente del supermercato esce e prova a riportarlo dentro, ma il rapinatore non demorde. Anzi morde: proprio così, morde a un braccio il commesso e prova a scappare di nuovo. I tre immigrati questa volta lo prendono “in consegna” loro e il ladro rischia grosso se non fosse per l’intervento di un secondo impiegato del supermercato che porta il rapinatore dentro il negozio in attesa dei carabinieri.

Per la cassiera solo tanto spavento, per l’altro dipendente una ferita per fortuna non grave. Nessuna notizia dei tre senegalesi: «Hanno fatto la spesa come se nulla fosse - racconta una dipendente - e poi se ne sono andati. Noi li abbiamo ringraziati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000