Sabato 03 Dicembre 2016 | 12:42

DRAMMA IN CENTRO A LUGO

Si dà fuoco al mercato, grave 27enne

Il giovane aveva già cercato di togliersi la vita nei giorni scorsi ma era stato salvato dai carabinieri

 Si dà fuoco al mercato, grave 27enne

LUGO. Ci aveva già provato nella notte tra venerdì e sabato scorso quando, seduto ad oltre due metri d’altezza sul parapetto di un ponte autostradale, i carabinieri di Lugo intervenuti in seguito alla segnalazione di alcuni automobilisti in transito sulla A/14 bis riuscirono a convincerlo a desistere dall’intento suicida. In quell’occasione raccontò ai militari il periodo di difficoltà che stava vivendo e che lo aveva spinto a quel gesto. La situazione sembrava però essere stata ricomposta. Ma il momento di forte disagio che sta attraversando ha avuto il sopravvento e ieri mattina il ragazzo, un 27enne di origine rumena, ha tentato nuovamente di togliersi la vita dandosi fuoco in pieno centro, sotto gli occhi sbigottiti di clienti e ambulanti che affollavano il tradizionale mercato.

Era arrivato al Pavaglione in bicicletta, quella con cui si spostava abitualmente. Dopo averla lasciata sotto le volte, si è cosparso con del liquido infiammabile contenuto probabilmente nelle bottigliette di plastica vuote ritrovate nel cestino della bici. Poi con l’accendino si è dato fuoco.

All’improvviso, attorno alle 10.30, tra le bancarelle si sono udite delle grida e subito il giovane è stato visto correre con il corpo avvolto dalle fiamme. I primi ad accorrere sono stati alcuni passanti e qualche commerciante che hanno aiutato il 27enne a togliersi i vestiti, impedendo così che potesse riportare lesioni più gravi, salvandogli la vita.

Rimasto cosciente ma intenzionato a non salire sull’ambulanza, è stato soccorso sul posto da un’ambulanza e trasportato al centro grandi ustionati di Cesena. Ricoverato in prognosi riservata, non dovrebbe essere in pericolo di vita, ma al momento si trova sedato al Bufalini con ustioni profonde sul 20% del corpo.

In Italia da alcuni mesi ospite di una famiglia italiana, aveva sempre lavorato. Occupazioni saltuarie che gli permettevano comunque - pur non navigando nell’oro - di far fronte autonomamente alle proprie necessità. Ma di recente sembra che alcuni problemi personali lo tormentassero. Pare cercasse il modo di tornare a casa. La disperazione lo ha invece indotto a prendere un’altra strada. (gi.ro.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000