Martedì 27 Settembre 2016 | 08:54

PAUROSO SCONTRO A PISIGNANO

Travolto in scooter, gravissimo 16enne

Investito da un furgone e trascinato per cinquanta metri. Il giovane, promessa del calcio, al Bufalini

 Travolto in scooter, gravissimo 16enne

CERVIA. Urtato da un furgone e trascinato sull’asfalto insieme al suo scooter per una cinquantina di metri. Sono gravissime le condizioni di Demis Castro, 16enne di Pisignano investito nel primo pomeriggio di ieri in via Crociarone e ricoverato all’ospedale Bufalini di Cesena.

Sulla dinamica dell’accaduto sono in corso accertamenti da parte del personale della polizia municipale di Cervia, intervenuto sul posto per i rilievi. Secondo una prima sommaria ricostruzione, sembra che il ragazzo stesse procedendo lungo la via del paese in direzione del mare in sella ad uno scooter quando, all’altezza dell’incrocio con via Duchina, sarebbe stato travolto dal furgone che lo seguiva. Non è chiaro se il giovane stesse cercando di svoltare o meno (secondo qualcuno avrebbe avuto l’indicatore di direzione acceso) né l’esatta posizione del ciclomotore al momento dell’impatto. Impatto che però è avvenuto con conseguenze drammatiche. Il veicolo commerciale, un Iveco Daily, ha agganciato lo scooter trascinando per diversi metri il ciclomotore e il ragazzo prima di concludere la propria corsa in prossimità di un’abitazione all’altezza del civico 58, i cui residenti, una coppia di anziani, si sono trovati il mezzo praticamente sull’uscio di casa.

Immediatamente è stato lanciato l’allarme alla centrale operativa del 118 che ha fatto alzare in volo anche l’elimedica. Il 16enne è stato intubato e trasferito d’urgenza a Cesena davanti agli occhi di amici e coetanei che, appresa la notizia dell’incidente, si sono recati sul posto. Castro, originario di Paternò, è infatti molto conosciuto, non solo in paese. Promessa del calcio, proprio nella serata di lunedì aveva sostenuto un provino con il Forlì. Il centrocampista lo scorso anno militava nelle giovanili del Rimini che però quest’anno, essendo in D, non può prendere parte ai campionati nazionali. Per questa ragione a lui si erano interessate diverse squadre, tra cui appunto quella biancorossa, che aveva apprezzato il suo talento tanto che i dirigenti delle due società stavano per perfezionare il trasferimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000