Sabato 01 Ottobre 2016 | 03:29

Più letti oggi

FAENZA

Il trofeo "Bandini" a Daniel Ricciardo

Il trofeo "Bandini" a Daniel Ricciardo

BRISIGHELLA. Sarà consegnato il 31 agosto il “Trofeo Lorenzo Bandini”, definito anche l’“Oscar dell’automobilismo”, il più importante riconoscimento extra gare della Formula 1. Quest’anno sarà la 21ª edizione e il comitato d’onore ha deciso di insignire Daniel Ricciardo, pilota australiano della Red Bull, già alla Toro Rosso, la scuderia faentina che ha rilevato la Minardi e che prima di lui lanciò anche il suo compagno di scuderia Sebastian Vettel (premiato a Brisighella nel 2009).In memoria di Bandini. Il premio in ceramica raffigura la Ferrari n.18 del pilota deceduto nello spaventoso incidente di Montecarlo nel 1967. Il giovane asso era nato nella colonia italiana di Barce, in Libia, il 21 dicembre del 1935, e a soli tre anni insieme alla famiglia fece ritorno a San Cassiano di Brisighella, paese originario del padre, dove gestiva un albergo. Per commemorarlo nel 1992 fu istituito il trofeo, in concomitanza con il gran premio di San Marino che all’epoca si svolgeva a Imola. Da subito fece breccia nei team del circus, divenendo molto ambito. Al punto che la tappa a Brisighella rientra ormai nei calendari ufficiali delle scuderie, quale appuntamento irrinunciabile con i tifosi.

L’organizzazione. «Abbiamo dovuto superare non poche difficoltà - afferma Francesco Asirelli, presidente dell’associazione che gestisce l’evento - soprattutto nel coordinare ogni volta un parterre diverso di personalità e campioni davvero di primo piano a livello mondiale».

Programma e premiati. Il 31 agosto si comincia alle 10 con il raduno delle storiche Fiat 500. Ricciardo arriverà alle 15.30 e sarà un susseguirsi di eventi attraverso il paese in un bagno di folla festante. Alle 16 è prevista la visita alla Galleria comunale dove si svolgerà una conferenza. Alle 18 la cerimonia di premiazione all’anfiteatro Spada. Oltre a Daniel Ricciardo, saranno premiati vari personaggi legati al mondo della Formula 1 e ai media: Alberto Pirelli, Aldo Costa, Filippo Di Mario, Pasquale Lattuneddu, Franco Bobbies, Federica Masolin e Antonio Boselli.

Daniel Ricciardo. Ha 25 anni ed è nato a Perth, ma come rivela il cognome è di origini italiane: il padre è di Ficarra, in provincia di Enna. Essendo transitato da Faenza, risulta particolarmente amato dal pubblico romagnolo al quale sta dando soddisfazioni: 2 vittorie conquistate (l’unico ad aver battuto le Mercedes), 131 punti in totale e ben 43 punti di vantaggio sul compagno di squadra Vettel, il quale sta annaspando per non perdere il confronto con il compagno di squadra. A Brisighella sarà probabilmente insieme alla fidanzata, l’affascinante Jemma Boskovich, con lui dal 2009. Lei era un’assistente alle vendite in un centro commerciale di Perth, adesso ha una linea di gioielli, la “J Royal Jewellery”.

La Toro Rosso nel cuore. «Sono entrato in Formula 1 con il piccolo team di Faenza - ha dichiarato il pilota alla Cnn -. Ho trovato amici che mi hanno aiutato in tanti modi: a calmare i nervi senza essere troppo sotto i riflettori e ad apprezzare tutto ciò che avevo. Quando firmai ero la persona più contenta del mondo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000