Mercoledì 28 Settembre 2016 | 19:04

CATTIVE ABITUDINI AL VOLANTE

T-Red all'incrocio della morte, le prime prove

L'assessore: «In due giorni "bruciati" 100 rossi»

 T-Red all'incrocio della morte, le prime prove

RAVENNA. Sarà la prima estate con il T-Red a guardia dell’incrocio killer tra la statale Adriatica e la Ravegnana. Chi passa con il rosso sarà punito dagli occhi elettronici del semaforo denominato “Sirio Red 1.0”. Ma quel che si è visto per ora è da cartellino rosso. A breve partiranno i test in carico alla polizia municipale. Ma l’assessore alla polizia municipale Martina Monti è già in grado di analizzare alcuni dati. «La speranza è che il T-Red funzioni da efficace deterrente per le cattive abitudini – spiega la Monti -; le prime rilevazioni stanno infatti confermando tutta la pericolosità dell’incrocio. Pur non essendo ancora operativo, dalle prime informazioni in mio possesso risulta che in un paio di giorni si siano registrati un centinaio di rossi “bruciati”. Un’enormità che ci deve fare riflettere sulla pericolosità di questa intersezione».

Un volta ultimata l’installazione, potranno partire i veri e propri test per verificare che gli occhi elettronici siano davvero infallibili: «I tecnici stanno completando gli ultimi collegamenti - spiega Corrado Ugoccioni, commissario capo della polizia municipale -; una volta ultimati i lavori potranno partire i test che saranno annunciati pubblicamente. I test si protrarranno per almeno un paio di settimane e saranno seguiti da un collaudo, dopodichè la giunta sarà chiamata a deliberare per sancire l’avvio della fase pienamente operativa».

Insomma, per le multe c’è ancora tempo. Ma le cattive abitudini, che spesso su quell’incrocio hanno avuto conseguenze tragiche, sono evidenti.

Il sindaco Fabrizio Matteucci a inizio anno aveva pronunciato parole molto dure prima di arrivare a un accordo con Anas. «Un primo risultato concreto è in arrivo – commenta ora il primo cittadino -. Sono in corso le ultime verifiche. L’avvio del T-Red è imminente. Si tratta di una misura indispensabile per la sicurezza a cui si aggiunge la realizzazione della rotonda, che confermo essere prevista per il 2015». Il T-Red rappresenta solo uno degli interventi in programma per porre fine alla impressionante sequenza di incidenti che negli anni si sono verificati. Tra Comune e Anas è stato infatti sottoscritto un accordo a gennaio per la realizzazione di una rotatoria. L’Anas metterà sul piatto due milioni e centomila euro per il nuovo svincolo tra le statali Adriatica e Tosco Romagnola e la strada comunale via Ravegnana.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000