Giovedì 08 Dicembre 2016 | 03:07

ENNESIMA TRAGEDIA SULLA STRADA

Non ce l'ha fatta il 12enne investito

Travolto mentre andava a scuola in bicicletta, è morto nella mattinata di ieri dopo un'agonia di cinque giorni

Non ce l'ha fatta il 12enne investito

RAVENNA. In tanti in questi giorni hanno fatto il tifo per lui nella difficile battaglia per la vita. Messaggi di solidarietà e incoraggiamento erano giunti dai compagni di scuola, scossi per l’incidente, e anche dai ragazzini del Basket Ravenna che nel corso di un allenamento avevano indossato la maglietta con scritto “in bocca al lupo Ale”. Speranze che sono venute meno nella tarda mattinata di ieri quando il cuore di Alessio Lunardini ha cessato di battere ed è iniziato il periodo di osservazione in vista dell’espianto degli organi. Il giovane, 12 anni, era stato investito da un’auto la scorsa settimana in via Bellucci mentre si stava recando a scuola in bicicletta insieme ad un amico. Per cause al vaglio del personale della polizia municipale intervenuto per i rilievi, l’adolescente era stato colpito in pieno da una Hyundai I 20 guidata da un neopatentato. Un impatto violentissimo, con il 12enne che ha sbattuto contro il parabrezza dell’utilitaria prima di essere sbalzato ad una quindicina di metri dal punto d’urto. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime; soccorso dal 118, il 12enne è stato trasportato in elicottero verso l’ospedale di Cesena e ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dopo aver subito un delicato intervento chirurgico. Operazione che purtroppo non è bastata a salvargli la vita. Grande appassionato di break dance, Alessio Lunardini - in arte Spitfire - faceva parte dell’associazione sportiva Lasagna Style. Particolarmente dotato, si era messo in luce vincendo diverse competizioni a livello nazionale e nel marzo scorso aveva rappresentato l’Italia al “Chelles Battle Pro” una delle manifestazioni della specialità più importanti a livello mondiale. L’incidente, l’ultimo di una lunga lista, ha riproposto d’attualità il tema della sicurezza. Il punto nel quale è avvenuto lo scontro infatti, in passato è stato diverse volte al centro di polemiche legate alla viabilità; nel settembre scorso nella stessa zona è stata investita una pensionata, a inizio anno invece un’auto ha travolto una 17enne, mentre a poche decine di metri di distanza, in via Canale Molinetto, in un urto dalla dinamica analoga, l’estate scorsa rimase gravemente ferita una bambina di 8 anni. Critiche sullo stato delle strade sono giunte da Giulio Bazzocchi, esponente di Lista per Ravenna che ha ribadito la disponibilità della lista civica a sostenere la petizione che i genitori vorranno presentare, e da Luca Ricci, presidente dell’associazione Automoto Club Romagna ad avviso del quale «via Bellucci presenta numerose irregolarità strutturali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000