RAVENNA

Russi, con la Fira arrivano anche i ladri nelle case

Colpi calcolati, i malviventi agiscono sapendo che in molti sono alla festa della cittadina

14/09/2018 - 12:32

Russi, con la Fira arrivano anche i ladri nelle case

RUSSI. I ladri, oramai, sono diventati precisi come orologi svizzeri. Sembrano quasi lavorare sulla base dei calendari delle feste di paese, consapevoli che, quando i residenti sono distratti dal divertimento, è più facile aggredire le loro case in cerca di bottino. La Fira di sett dulur a Russi è iniziata da appena due giorni e già sono iniziate le prime segnalazioni di furti o tentato furti subiti dai cittadini. Già il primo giorno tre famiglie, una volta tornate a casa dopo essere state alla festa, si sono trovate davanti la sorpresa. Anche se quella meno gradita. Il primo caso si è verificato nella zona di via Madrara, dove i topi d’appartamento sono riusciti a entrare all’interno di un’abitazione. La seconda segnalazione è invece arrivata da parte di un cittadino residente nella zona di via Canali, dove i ladri sono riusciti a colpire nonostante si fosse allontanato per meno di un’ora. Giusto il tempo di andare a mangiare qualcosa alla festa. In un ultimo caso i malviventi avrebbero invece cercato di introdursi dentro una casa, utilizzando lo stratagemma del contatore. In pratica si tratta di staccare la luce dentro un’abitazione e approfittare del fatto che spesso le persone, uscendo per andare a vedere cosa succede, lasciano incautamente la porta aperta. Dato che spesso si tratta di operazioni di pochissimi minuti. Quanto basta però per entrare in una casa e rubare la prima cosa di valore che si trova in giro.

Tralasciando per un secondo gli spiacevoli episodi, ciò che induce a una riflessione è il fatto che ogni festa di paese diventa un buon motivo per fare razzia in casa delle persone. Già l’anno scorso e quello prima durante la Festa a Russi vennero messi colpite diverse abitazioni. La stessa cosa è successa sempre l’anno scorso alla Festa dell’Uva di San Pietro in Vincoli e persino alla festa di Reda.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c