CERVIA

Coppia di pitbull sbrana cagnolino: catturati da un barista addestratore

I due animali erano scappati a un turista che poi si è sentito male, ferite anche due donne

di FEDERICO SPADONI

18/08/2018 - 09:08

Coppia di pitbull sbrana cagnolino: catturati da un barista addestratore

(Il cagnolino ucciso nell'aggressione)

CERVIA. Un cagnolino sbranato a morte, un altro morsicato alla coda e due donne ferite a loro volta nel tentativo di sottrarre le rispettive bestiole dalle fauci di due pitbull scappati per Milano Marittima. È questo il bilancio dell’aggressione avvenuta giovedì attorno a mezzogiorno lungo viale Matteotti, all’altezza della XIII Traversa, sotto lo sconcerto di numerosi passanti. Anche il proprietario dei due molossi, un turista che soggiornava in un hotel della zona, nella concitazione del momento ha accusato un malore ed è stato portato al pronto soccorso in ambulanza, mentre i due cani sono stati portati al canile comunale di Cervia.

La testimonianza choc

La descrizione dei fatti – oggetto anche di una denuncia sporta ai carabinieri della locale Compagnia – è della proprietaria del cagnolino sbranato, Mireille Bergamini. Era seduta con il marito in una panchina di fronte al negozio in cui lavora da anni, e avevano accanto il piccolo animale domestico, un esemplare di piccola taglia di 14 anni. Improvvisamente si sono trovati addosso i due molossi, che dopo aver accerchiato il piccolo animale lo hanno azzannato al collo. La proprietaria ha provato a strapparlo dalle fauci, ma nel tentativo è finita a terra procurandosi alcune escoriazioni a gambe e braccia. In pochi minuti il cagnolino è stato scaraventato sull’asfalto, ormai senza vita. A nulla è servita la corsa dal veterinario, nella clinica veterinaria San Marco, dove il medico non ha potuto fare più nulla per salvare la bestiola.

L’intervento del barista

Quel che è accaduto dopo lo racconta il titolare del bar Phoenix, Alessandro Bianchi. Forte dell’esperienza da istruttore cinofilo, ha recuperato due guinzagli di fortuna, riuscendo a catturare i cani in libertà e a chiamare le forze dell’ordine. «Non erano aggressivi con le persone - commenta - ma quando vedevano altri animali puntavano per attaccarli». Così è stato, non appena è passata un’altra ragazza: «Sentivo il pitbull maschio tirare, allora le ho urlato di tenere in alto il proprio cane – continua Bianchi – e mentre cercavo di avvertirla il guinzaglio si è rotto». Prima che il barista riuscisse a catturarlo nuovamente, l’animale ha azzannato la coda del cagnolino e ferito lievemente anche la ragazza che lo teneva in braccio.

Soccorso il proprietario

I cani, catturati nuovamente dal barista, sono poi stati chiusi nell’auto del proprietario. Quest’ultimo ha accusato un malore, rendendo necessario l’intervento del 118. La coppia di pitbull è stata affidata al canile municipale di Cervia in attesa delle analisi previste in caso di morsicature. La polizia municipale, nel frattempo giunta sul posto, ha raccolto i nominativi di almeno sette persone che hanno assistito alla scena, le cui testimonianze serviranno per procedere con eventuali contestazioni.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c