MILANO MARITTIMA

Milano Marittima, ritocco al canone di affitto del pezzo di pineta in uso a Sacchi

L’ex ct azzurro paga 310 euro per la porzione confinante alla sua villa e utilizzata come giardino

di MASSIMO PREVIATO

08/08/2018 - 07:17

Milano Marittima, ritocco al canone di affitto del pezzo di pineta in uso a Sacchi

CERVIA. Costerà 310 euro, dopo l’aggiornamento Istat, il frustolo di terreno concesso dal Comune all’ex tecnico della nazionale di calcio Arrigo Sacchi. La striscia di pineta, confinante con la sua villa di Milano Marittima, misura 30 metri quadrati. Era stata affidata in uso ai coniugi Arrigo Sacchi e Maria Giovanna Agostini nell’agosto del 2012, per un periodo di 9 anni. Il canone era fissato in 300 euro annui, che aumentano appunto di 10 euro, in quanto il contratto prevede che la cifra venga aggiornata «a partire dalla seconda annualità, secondo l’indice dei prezzi al consumo». Sacchi utilizza il terreno della X traversa come giardino, contribuendo a mantenere questa piccola porzione pinetale in buone condizioni. Del resto è proverbiale l’attaccamento dell’attuale opinionista di Mediaset al polmone verde, nel quale spesso lo si può trovare mentre pratica jogging. Non a caso la sua villa è immersa in questo eden, un “buon retiro” per chi anche oggi perora la causa del “bel gioco”. E sono lontani anche i tempi delle polemiche, quando i Verdi avevano contestato a Sacchi l’utilizzo della fascia verde. Lui ha risposto facendo da sponsor alla città giardino e presentandosi in qualità di testimonial ad alcune iniziative del Comune. Molto applaudita è stata poi la sua lezione marinai di salvataggio, impartita qualche anno fa, nella quale esaltava il “gioco di squadra”. Ritornando alla pineta, pare invece siano finiti gli episodi di “erosione” della stessa, quando alcuni frontalieri se ne annettevano illegalmente le parti confinanti. Per scopi e usi, però, molto diversi da quelli di Sacchi.  

Corriere TV

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c