logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

MONTALETTO

Posata la prima pietra, via ai lavori per la “Ciclovia delle meraviglie”

Opera attesa da decenni, sarà un valore aggiunto in chiave turistica unendo mare e collina

di MASSIMO PREVIATO

06/08/2018 - 17:45

Posata la prima pietra, via ai lavori per la “Ciclovia delle meraviglie”

CERVIA. Parte a Montaletto il percorso ciclabile delle meraviglie, che attraverserà le saline e congiungerà il forese alla città. La prima pietra dell’opera è stata posta nei giorni scorsi. Il primo tratto è a cura della Provincia di Ravenna; subentrerà poi nella realizzazione del tracciato il Comune, per proseguire negli altri due tratti previsti, fino al sottopasso del Centro visite. La ciclabile raggiungerà il centro storico costeggiando il canale emissario per poi estendersi fino al mare. E’ solo il primo passo per approdare ad un sistema di ciclovie che spazieranno dallo stesso Centro visite fino al parco del Duca d’Altemps, dall’antica Ficocle fino alla foce del fiume Savio. Verrà inoltre realizzato un ponticello ciclo-pedonale in corrispondenza della via Beneficio I tronco, con la messa in sicurezza della fermata bus. C’è grande aspettativa per questa opera, perché consentirà ai turisti di pedalare in tutta sicurezza senza il rischio di perdersi andando alla scoperta dei luoghi della memoria cervese. Il percorso affonda le radici nel passato, proprio dove i primi insediamenti di epoca probabilmente romana, adottavano il sale e la pesca come loro principali attività. «Questa ciclabile era attesa da decenni – chiosa il sindaco Luca Coffari – per sostenere la mobilità e la sicurezza stradale. Migliorerà la qualità della vita del quartiere di Montaletto e sarà propedeutica al resto del masterplan sulle ciclovie. Ringrazio la provincia di Ravenna che ha creduto in questa rete ciclabile romagnola per collegare Cesena al mare». Infatti, andando a ritroso verso monte, il percorso si innesta nella ciclabile che porta verso le colline. Non si vedranno più ciclisti allo sbando sulla Cervese, dunque, una strada questa molto trafficata dove lo spazio per le due ruote è davvero precario. Il percorso lungo la provinciale 71 bis è lungo 6,5 chilometri, l’opera costa 2,1 milioni, di cui 650.000 a carico del Comune.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c