logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

RAVENNA

Pari si aggiudica all’asta il Grand Hotel di Cervia

L’offerta da oltre tre milioni dell’albergatore, titolare dell’Hotel Nettuno, sbaraglia la concorrenza in tribunale

di MASSIMO PREVIATO

17/07/2018 - 10:30

Pari si aggiudica all’asta il Grand Hotel di Cervia

CERVIA. Un noto albergatore cervese, Nicola Pari, si è aggiudicato il Grand hotel per tre milioni e 373 mila euro. La base d’asta era di un milione e 837 mila euro, e altri imprenditori cervesi hanno partecipato alla gara, pur perdendo. Ha vinto chi è riuscito a puntare più in alto, forte anche del fatto che l’hotel di sua proprietà, Il Nettuno, è a pochi passi dal Gh, sul lungomare D’Annunzio.

Ma nessuno si aspettava un tale rialzo, visto come la precedente asta fosse andata deserta, con cifra base di 2,5 milioni. Invece, lo spirito imprenditoriale dei cervesi si è risvegliato, e ieri al Tribunale di Ravenna, è andata in scena una gara a colpi di cifre astronomiche. Pare che pure Ercole Massari, noto come politico ma da sempre titolare di varie attività, vi abbia partecipato. Si sarebbe presentato anch’esso con una cordata, forte di un progetto che prevedeva addirittura la trasformazione dello storico albergo in un centro termale, con tanto di suite e camere super lusso. Ma probabilmente non si aspettava che la cordata concorrente si spingesse oltre i 3 milioni, per aggiudicarsi la struttura. Ora i nuovi gestori, spinti dall’ingente investimento, potrebbero accelerare i tempi di ristrutturazione del Grand hotel; che, però, è davvero ridotto male. Oltre al declassamento da 4 a 3 stelle presenta infatti camere (una trentina) fatiscenti, ma tutto il complesso immobiliare dovrà essere pesantemente rivisto. Versa in condizioni migliori, invece, la residenza di cui è dotato, situata nel lato opposto della strada. La concessione demaniale della spiaggia e della terrazza, oltretutto, era decaduta nei giorni scorsi dopo le insolvenze nei pagamenti da parte degli ultimi gestori. Il Tribunale ha quindi messo fine a una lenta agonia, ponendo le basi per un rilancio del Gh, tutto cervese. A giudicare dalla conduzione attuale di chi ne è diventato il nuovo proprietario, potrebbe nascere un altro 4 stelle, e la città ritorna a sognare su uno degli alberghi legati indissolubilmente alla sua storia.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c