Sabato 01 Ottobre 2016 | 22:38

Più letti oggi

UNA SPINTA AL TURISMO

Arrivano i mondiali di Dragon boat

Migliaia di persone, gli hotel sperano Alla manifestazione in programma a settembre già iscritti 4.200 atleti con 2mila accompagnatori al seguito

Arrivano i mondiali di Dragon boat

RAVENNA. Ravenna è aperta ad ogni novità, almeno dal punto di vista sportivo. Dopo i mondiali Fifa di beach soccer 2011, a settembre dal 2 al 7 invaderanno la città, o meglio il bacino della Standiana, i Dragon boat (le navi con i dragoni) in occasione dei Mondiali per club. Disciplina cinese che sta riscuotendo grande successo e che l’Italia ospiterà per la seconda volta dopo l’esperienza romana del 2002. La nona edizione dell’evento si svolgerà grazie anche alla Canottieri Ravenna.

Numeri da capogiro. Saranno 4.200 gli atleti presenti di 30 nazioni (dall’Australia alla Norvegia) che porteranno al seguito altre 2.000 persone circa (per l’Italia presenti 18 team; in loco se ne stanno allestendo due, uno del polo universitario ravennate e l’altro del prossimo liceo sportivo). Un indotto rilevante in un periodo di bassa stagione che farà sorridere albergatori e ristoratori. Non solo, sarà un modo per promuovere e pubblicizzare la vecchia capitale dell’Impero d’Occidente che punta a diventare capitale della Cultura nel 2019 e città europea dello sport nel 2016.

Un evento a cui si sta lavorando da mesi e la cui candidatura è stata votata nel 2011, dopo che l’Italia l’aveva persa con Milano per un punto nel 2007. «La Standiana è stato uno dei nostri punti forza - spiega nella presentazione il vice presidente della Federazione internazionale di dragon boat e possibile presidente nel 2015, Claudio Schermi -. Dal 2007 il dragon boat è entrato a fare parte del mondo dello sport e tra le discipline d’acqua è quello che ha la crescita maggiore. È uno sport di squadra che si basa sulla forza del gruppo e utilizzato nell’attività di familiarizzazione aziendale; a Roma è stato anche attuato nelle scuole». Le gare sono sui 200, 500 e 2000 metri e interessa le categorie Junior, Premier e Master over 40, over 50 e over 60. «Chi partecipa - continua - si paga da solo la trasferta; si tratta quindi di persone che possono permettersi questi costi e hanno anche altri interessi oltre a quelli sportivi».

Una finestra sul mondo. Per promuovere il territorio saranno organizzati alla Standiana il Dragon boat village e l’eccellenza del gusto. Sono stati avviati contatti con la Camera di commercio (la manifestazione è stata inserita in un bando di concorso) e con le associazioni di categoria per reperire sponsor. Per chi parteciperà alla manifestazione saranno organizzati anche tour alla scoperta di Ravenna. Proprio i mosaici, presenti anche nel logo dell’evento, sono stati inseriti nel sito internet della manifestazione lanciato in rete ieri. «Il nostro obiettivo - puntualizza l’assessore al turismo Andrea Corsini - è incrementare la presenza turistica e questo evento contribuisce a realizzarlo. Settembre è il mese giusto e inoltre Ravenna potrà avere una vetrina internazionale. Gli operatori dovranno essere pronti a fare promozione, dovremo curare ogni aspetto per fare bella figura, è un’occasione da non perdere e importante per l’economia turistica locale». La manifestazione sarà seguita anche dalle telecamere. «Produrremo noi il segnale televisivo - sottolinea Schermi -. La Rai ci garantirà la copertura regionale ma ci dovrebbe dare anche la differita su RaiSport. La prossima settimana definiremo l’accordo e sto cercando di ottenere dei broadcasting stranieri; per le aziende che vogliono farsi conoscere è l’occasione giusta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000