CERVIA

Telecamere posizionate in tutte le entrate della città

Giro di vite per controllare i movimenti della criminalità. Incremento nel centro di Cervia, a Milano Marittima, nelle zone artigianali e alla Stazione

di MASSIMO PREVIATO

24/02/2018 - 15:47

Telecamere posizionate in tutte le entrate della città

CERVIA. L’occhio elettronico controlla adesso tutti i movimenti che riguardano la città. Un duro colpo per la malavita, che potrà essere intercettata subito dopo avere messo a segno colpi come quello della scorsa primavera, in due gioiellerie di Milano Marittima.

Sono appena terminati, infatti, i lavori per la collocazione delle telecamere di lettura targhe e controlli. Il programma di videosorveglianza comprende le aree centrali di Cervia e di Milano Marittima, dove le telecamere sono collegate con la centrale operativa della Polizia municipale.

E’ previsto però l’incremento progressivo di questo sistema nel centro storico di Cervia, a Milano Marittima, nelle zone artigianali e alla Stazione ferroviaria: tutte zone che si caratterizzano per un elevato flusso di persone e per le numerose attività. Il progetto generale, esaminato dalla Prefettura di Ravenna, è stato oggetto di successive valutazioni passando anche l’esame del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Si è deciso dunque di “ottimizzare l’efficacia e l’efficienza dello strumento di contrasto alla lotta alla criminalità, per dare un segnale di forte rassicurazione ai cittadini, prevedendo di monitorare tutti gli accessi alla città di Cervia con l’utilizzo di telecamere in grado di leggere le targhe”.

Le prime due erano state installate nel 2016 nella via Pineta Formica, allo scopo di affiancare il sistema di videosorveglianza attivo presso l’area artigianale “Malva sud”. L’anno scorso sono state poi acquistate altre 20 telecamere di tipo fisso, affiancate da altri supporti, nell’ambito del “Sistema di videosorveglianza sugli accessi alla città dalla Ss16 – 2° stralcio”. Rimane in sospeso l’ingresso dalla Sp 294, dove è in fase di realizzazione la nuova rotonda.

«Appena le telecamere saranno collegate – afferma la Giunta – si potrà dare alle forze dell’ordine un ulteriore strumento di efficacia nelle indagini di polizia giudiziaria, e alla comunità un ulteriore segnale di rassicurazione sui temi della sicurezza».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c