RAVENNA

Telecamera sulla tomba di Dante. Sorveglia e conta i visitatori

Il nuovo sistema di monitoraggio, installato ieri mattina, vigilerà anche sull'area esterna. Altri occhi elettronici anche alla Classense

di PATRIZIA LANCELLOTTI

17/01/2018 - 12:07

Telecamera sulla tomba di Dante. Sorveglia e conta i visitatori

RAVENNA. Telecamere alla tomba di Dante e alla biblioteca Classense. Il nuovo servizio di video sorveglianza è stato installato ieri con una duplice funzione: monitoraggio dei visitatori e telecamere di controllo.

Tomba di Dante

«Da tempo si sentiva la necessità di un sistema di misurazione delle visite alla tomba di Dante – spiega Maurizio Tarantino, direttore dell’Istituzione Biblioteca Classense e del Mar –. Fino ad oggi esisteva un sistema di misurazione per così dire a mano, ma ovviamente non poteva essere preciso, sia perchè il misuratore non era sempre presente, sia perchè poteva anche essere distratto da altro». La telecamera sulla tomba di Dante è esterna, in grado di visualizzare tutte le persone che si affacciano al monumento, anche quando è chiuso. «Sappiamo bene – prosegue Tarantino – che la tomba è oggetto particolare di visita, non avendo al suo interno dei tesori, se non le ossa del poeta, è invitante anche solo per chi vuole raccogliersi davanti al mausoleo per omaggiare Dante, quindi non solo quando è aperta. Per questo la telecamera intelligente è in grado di misurare il flusso di visitatori davanti alla tomba anche quando non è aperta». Non solo. «Si tratta anche innanzitutto di un dissuasore rispetto a possibili vandalismi ma anche un sistema che registra le immagini che possono quindi essere utilizzate in caso di bisogno».

Biblioteca Classense

Ma anche la Classense, in virtù del suo essere contenitore culturale e non solo biblioteca, ha un nuovo sistema di video sorveglianza. «Saranno quattro le telecamere posizionate al suo interno – aggiunge Tarantino –. A quella già presente all’ingresso della biblioteca vera e propria se ne aggiungono altre tre, una al vecchio ingresso principale, una alla Manica lunga, un’altra alla sala Muratori e l’ultima in un altro varco. Anche in questo caso la funzione principale è quella di “contapersone” per registrare con precisione gli accessi alle varie iniziative che si svolgono dentro la Classense, quindi le mostre alla Manica lunga e gli eventi alla sala Muratori».

L’installazione del sistema di monitoraggio dei visitatori nel complesso classense e della tomba di Dante era già stato specificato nella nota integrativa al bilancio di previsione 2018-2020 dell’Istituzione. Tra gli interventi di cui sarà oggetto la biblioteca anche l’allestimento delle nuove sale appena ristrutturate nel primo piano, una delle quali destinata all’accoglimento del Fondo Missiroli. Tra le innovazioni digitali, l’attivazione della newsletter della biblioteca come sistema di comunicazione e la cura e la valorizzazione della presenza sui social, in particolare Facebook e Instagram.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402