RAVENNA

Clandestini e bici rubate nelle case ex Enichem

Tre denunce per occupazione abusiva, 50enne italiana nei guai anche per ricettazione. Tredici le "due ruote" trovate: si cercano i proprietari

Clandestini e bici rubate nelle case ex Enichem

RAVENNA. Ancora occupanti abusivi alle case ex Enichem di via Baiona. Il via vai illegale è stato notato e segnalato da alcuni cittadini, e così ieri mattina è scattato il blitz da parte della Polizia municipale.

Gli agenti – intervenuti insieme a due unità cinofile della Guardia di finanza – hanno ispezionato lo stabile in cui era stata segnalata la presenza di alcuni cittadini stranieri senza fissa dimora.

All’interno dell’immobile gli uomini intervenuti hanno effettivamente trovato e identificato tre persone: si tratta di due cittadini di nazionalità tunisina, di 40 e 44 anni, e di una 50enne italiana.

Tutti e tre sono stati denunciati per occupazione abusiva di immobile; i due stranieri anche per clandestinità, in quanto risultati irregolari sul territorio, mentre la donna per ricettazione. Aveva infatti due biciclette delle quali non è stata in grado di spiegare la provenienza.

Ma non erano le sole: all’interno dell’immobile e nelle sue pertinenze, sono state infatti recuperate 13 biciclette in totale. Le due ruote prelevate dalla Municipale sono ora custodite presso la depositeria comunale.

A tal proposito la Municipale invita i proprietari che riconoscono, eventualmente, il proprio velocipede e siano in possesso della denuncia a contattare il Comando al numero 0544 482999 per richiederne la restituzione.

Gli agenti hanno intimato alla proprietà dell'edificio l'immediato ripristino dei luoghi, al fine di evitare ulteriori intrusioni.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017