RAVENNA

Clandestini e bici rubate nelle case ex Enichem

Tre denunce per occupazione abusiva, 50enne italiana nei guai anche per ricettazione. Tredici le "due ruote" trovate: si cercano i proprietari

02/12/2017 - 11:09

Clandestini e bici rubate nelle case ex Enichem

RAVENNA. Ancora occupanti abusivi alle case ex Enichem di via Baiona. Il via vai illegale è stato notato e segnalato da alcuni cittadini, e così ieri mattina è scattato il blitz da parte della Polizia municipale.

Gli agenti – intervenuti insieme a due unità cinofile della Guardia di finanza – hanno ispezionato lo stabile in cui era stata segnalata la presenza di alcuni cittadini stranieri senza fissa dimora.

All’interno dell’immobile gli uomini intervenuti hanno effettivamente trovato e identificato tre persone: si tratta di due cittadini di nazionalità tunisina, di 40 e 44 anni, e di una 50enne italiana.

Tutti e tre sono stati denunciati per occupazione abusiva di immobile; i due stranieri anche per clandestinità, in quanto risultati irregolari sul territorio, mentre la donna per ricettazione. Aveva infatti due biciclette delle quali non è stata in grado di spiegare la provenienza.

Ma non erano le sole: all’interno dell’immobile e nelle sue pertinenze, sono state infatti recuperate 13 biciclette in totale. Le due ruote prelevate dalla Municipale sono ora custodite presso la depositeria comunale.

A tal proposito la Municipale invita i proprietari che riconoscono, eventualmente, il proprio velocipede e siano in possesso della denuncia a contattare il Comando al numero 0544 482999 per richiederne la restituzione.

Gli agenti hanno intimato alla proprietà dell'edificio l'immediato ripristino dei luoghi, al fine di evitare ulteriori intrusioni.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c