Mercoledì 22 Novembre 2017 | 02:40

INQUINAMENTO

Senza pioggia si impenna lo smog. Già cinque sforamenti in due settimane

L'inquinamento ha già raggiunto una soglia preoccupante ma il blocco degli Euro 4 non è scattato perché le polveri sottili non hanno passato le soglie per 4 giorni consecutivi

Senza pioggia si impenna lo smog. Già cinque sforamenti in due settimane

RAVENNA. Di stop alla circolazione dei mezzi più inquinanti, al momento, non se ne parla. Di certo però la qualità dell'aria che si respira a Ravenna, non è esaltante. Le rilevazioni di Arpae dicono che è migliore rispetto a quella di altri sette dei capoluoghi dell'Emilia Romagna, ma comunque gli sforamenti dei limiti di Pm10 ci sono. Da mercoledì 11 a martedì 17 ottobre, per esempio, sono stati superati sabato 14, domenica 15 e martedì 17. Sforamenti relativamente contenuti (62, 61 e 59 i microgrammi di polveri rilevati mentre il limite è di 50 microgrammi per metro cubo); curiosa invece la circostanza che due si siano verificati nel fine settimana (altri due il 4 e 5 ottobre) quando, invece, soprattutto la movimentazione di mezzi pesanti è ridotta. Ma probabilmente a far schizzare i valori ci hanno pensato sole e bel tempo che hanno invitato molti a prendere la macchina e regalarsi una scampagnata al mare o fuori porta, col risultato di non aver abbattuto il Pm10. Dall'inizio dell'anno le stazioni di rilevamento Arpae alla Rocca Brancaleone e a Porto San Vitale hanno sforato i limiti rispettivamente per 28 e 60 volte: il tetto massimo annuale di superamenti consentiti è di 35.

Mezzi inquinanti in garage

Il non aver sforato per 4 giorni consecutivi i limiti, non permette al Comune di estendere automaticamente il divieto di circolazione a veicoli euro 4, una delle importanti novità del Nuovo accordo per la qualità dell'aria nel bacino padano” firmato quest'anno dall'Emilia Romagna.

Il Protocollo siglato quest'anno dalla Regione con il ministero dell'Ambiente (insieme a Lombardia, Piemonte e Veneto) per la prima volta ha inoltre fissato interventi comuni nelle quattro regioni dell'area padana. Del resto è ormai chiaro che lo smog lo si combatte solo con misure su vasta scala e non con provvedimenti spot comune per comune.

Una battaglia partita lo scorso 1 ottobre e che di certo si combatterà fino 31 marzo 2018, con il divieto di circolazione dal lunedì al venerdì e nelle domeniche ecologiche dalle 8.30 alle 18.30 dei veicoli diesel fino all’euro 3, i benzina fino all´euro 1 e i ciclomotori pre-euro. E.Ch.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000