IL DELITTO DI GIULIA

Le immagini che accusano il dermatologo

La borsa della donna e la giacca blu di Matteo Cagnoni nascoste dietro una siepe a Firenze

Le immagini che accusano il dermatologo

RAVENNA. Come la borsetta di Giulia Ballestri, sparita, poi riapparsa a Firenze e successivamente di nuovo scomparsa, anche la giacca blu indossata dal marito Matteo Cagnoni durante la colazione al bar prima della morte della moglie da cui si stava separando, ha fatto lo stesso percorso.

E’ quanto appare nelle riprese acquisite dagli investigatori della Squadra mobile nell’ambito dell’inchiesta condotta dal procuratore capo Alessandro Mancini e dal sostituto procuratore Cristina D’Aniello sull’omicidio di Giulia Ballestri, morte per la quale è accusato il dermatologo 52enne.

Immagini ricomprese nell’arco temporale che va dal 16 al 18 settembre estrapolate dalla pasticceria in cui i coniugi si recano il giorno in cui la 39enne sparisce nel nulla prima di essere trovata massacrata nella villa disabitata di famiglia del marito ai giardini pubblici e dalla casa fiorentina dei genitori di Cagnoni dove il medico si era recato quel fine settimana con i tre figli.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017