BAGNACAVALLO

Anziano si barrica in casa e spara all'arrivo dei carabinieri

Un uomo di 86 anni apre il fuoco contro due militari che volevano notificare un atto alla sua badante

Anziano si barrica in casa e spara all'arrivo dei carabinieri

BAGNACAVALLO. Attimi di tensione nella nottata di ieri a Bagnacavallo, dove un anziano ha sparato tre colpi di fucile ai carabinieri barricandosi poi all’interno della sua abitazione di via Liguria.

L’uomo, di 86 anni, ha reagito con un gesto estremo quando alla sua porta si sono presentati due militari verso le 21 di ieri sera con l’intenzione di notificare un atto giudiziario alla sua badante polacca. «Andate via che prendo il fucile» , questa la reazione dell’uomo che poi è salito al secondo piano della sua villetta e ha preso l’arma. Dalla finestra della sua camera ha poi sparato il primo colpo verso i militari, il secondo è partito invece dalla finestra affianco. Pochi istanti dopo ha premuto il grilletto per la terza volta contro i carabinieri che, per fortuna, si erano messi al riparo. L’anziano che vive con il nipote 62 anni si è poi barricato in casa, mentre in via Liguria si sono recate altre pattuglie e anche il comandante provinciale dei carabinieri Massimo Cagnazzo che ha seguito l’evolversi della situazione. Dopo quasi due ore di trattative il vecchietto è stato convinto a deporre il fucile e si è arreso. Decisiva la trattativa condotta in stretto dialetto romagnolo da un carabiniere del Comando provinciale che ha saputo conquistare la fiducia dell’uomo, convincendolo a uscire dalla casa disarmato. L’anziano si trova ora a disposizione dell’autorità giudiziaria.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017