Domenica 25 Settembre 2016 | 10:50

Più letti oggi

RAGGIRATA A PONTE NUOVO

Truffatori caricano anziana in macchina e la portano in banca a prelevare denaro

 Truffatori caricano anziana in macchina e la portano in banca a prelevare denaro

RAVENNA. L’hanno avvicinata sostenendo di essere amici della figlia che doveva restituire loro dei soldi per il pagamento dell’assicurazione scaduta. Una tecnica di raggiro piuttosto comune che nella mattinata di ieri ha permesso a due truffatori di derubare un’anziana di Ponte Nuovo di un migliaio di euro. Stando a quanto appurato finora, due persone, tra cui una donna, si sarebbero presentate alla signora, una settantenne con difficoltà motorie. Hanno suonato al campanello in un momento in cui era sola e quando si è affacciata, con fare amichevole, l’hanno circuita parlando dell’amicizia con la figlia. Il discorso è poi caduto su un presunto debito della ragazza, poco più di 1.100 euro che a loro dire avevano anticipato per l’assicurazione. Riuscendo a dare credibilità a quella versione e a carpire la fiducia della pensionata, i truffatori l’avrebbero indotta ad effettuare il rimborso al posto della figlia. E per agevolarla, dal momento che di solito la signora non esce spesso di casa per via degli acciacchi fisici legati all’età che ne limitano gli spostamenti, si sono offerti di darle un passaggio in auto fino alla banca dove l’anziana si è recata per prelevare l’ammontare dal proprio conto corrente. Una volta completata l’operazione l’hanno poi riaccompagnata a casa raccomandandosi di salutare caramente la figlia. Solo in un secondo momento, quando la madre ha chiamato la ragazza per dirle di non preoccuparsi perché aveva sistemato lei i conti con i suoi amici, si è scoperto il raggiro. La donna, infatti, è caduta dalle nuvole dal momento che non aveva dovuto far fronte ad alcun pagamento né aveva debiti con qualcuno. A quel punto è stato lanciato l’allarme ai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile, ma ormai dei truffatori (come dei soldi) non c’era più traccia. I militari hanno comunque acquisito le immagini registrate dal circuito di videosorveglianza dell’istituto di credito alla ricerca di elementi utili all’individuazione degli autori del colpo.

La scorsa settimana un altro raggiro ai danni di un’anziana si era verificato in città. In questo caso la vittima della truffa era appena uscita da una banca in via Cesarea dopo aver prelevato 3mila euro. Avvicinata da due persone, la signora è stata convinta a consegnargli la somma di denaro; successivamente, dopo averla distratta, la coppia si è allontanata a piedi facendo perdere le proprie tracce. (gi.ro.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000