Lunedì 26 Settembre 2016 | 19:19

IL COMUNE COMPRA I T-RED

Multe a chi sgarra negli incroci killer

In arrivo tre semafori con telecamera

 Multe a chi sgarra negli incroci killer

RAVENNA. Via libera ai semafori che fanno la multa a chi supera la linea di attraversamento con il rosso. Il Comune stanzierà 200mila euro per installare non uno, ma tre T-Red in altrettante intersezioni in cui si concentra il maggior flusso veicolare in entrata e uscita dalla città. Lo ha annunciato ieri mattina l’assessore ai Lavori pubblici, Andrea Corsini, a margine della presentazione in municipio del progetto di riqualificazione e messa in sicurezza dell’illuminazione urbana. Quello della viabilità è un tema di cui molto si è parlato in città nelle ultime settimane, in particolare a proposito del famigerato “incrocio della morte”, tra la statale Adriatica e la Ravegnana, dopo che l’Amministrazione comunale ha finalmente siglato un protocollo d’intesa con Anas per la sua messa in sicurezza che, come noto, prevede anche la realizzazione di una rotonda.

Pochi giorni fa il sindaco Matteucci ha annunciato che entro la fine di marzo i T-Red verranno collocati su quell’incrocio mentre sta per essere stilato il progetto definitivo per la rotonda. A questo proposito sempre Matteucci ha ribadito che secondo una verifica tecnica con la Provincia, è necessaria una Valutazione di impatto ambientale (Via), in quanto l’intervento ricade in prossimità del fiume e in aree soggette a vincolo e autorizzazione paesaggistica. Matteucci si è però impegnato ad accelerare l’iter burocratico per realizzare il progetto entro e non oltre 22 mesi.

Tornando alle novità che attendono gli automobilisti, entro la fine di quest’anno altri T-Red verranno collocati rispettivamente all’incrocio tra via Canalazzo e la Romea Dir (Ss 309) e in quello tra l’Adriatica e la via Dismano. Si tratta di incroci nei quali in passato si sono verificati gravi incidenti stradali, anche se nel caso dell’incrocio tra la via Canalazzo e la Dir, gli incidenti risalgono per lo più al periodo antecedente la realizzazione dell’attuale sottopassaggio.

L’introduzione dei nuovi semafori consentirà di cogliere in tempo reale le infrazioni. Si tratta infatti di un sistema omologato in grado di fotografare chi attraversa la linea di arresto col rosso. L’immagine verrà poi allegata al verbale della contravvenzione gestito dalle forze dell’ordine, presumibilmente la polizia municipale. Il T Red è composto da una doppia telecamera. La prima (a colori) inquadra l’incrocio ed è dedicata alla rilevazione del passaggio con semaforo rosso, la seconda è specializzata per la lettura della targa. Il T Red si attiva solo durante la fase di rosso del semaforo per acquisire il filmato a colori del transito in infrazione e leggere ripetutamente - 50 volte al secondo - la targa del veicolo. Il programma seleziona infine sei fotogrammi che documentano l’infrazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000