Sabato 03 Dicembre 2016 | 20:38

UN'ALTRA VITTIMA SULLA STRADA

Investito in bicicletta: muore
dopo due settimane di agonia

Non ce l'ha fatta il 53enne investito da un'auto lo scorso 10 dicembre mentre stava attraversando in bicicletta via Destra Canale Molinetto

Investito in bicicletta: muore
dopo due settimane di agonia

RAVENNA. Ha lottato per più di due settimane in un letto di ospedale. Ma non ce l’ha fatta. Le ferite che aveva riportato nell’incidente erano tropo gravi e, dopo giorni di agonia, gli sono state fatali. E’ morto il 53enne straniero che lo scorso 10 dicembre era stato investito da un’auto mentre attraversava via Canale Molinetto. Si chiamava Serghei Bargan. Era un immigrato moldavo e abitava a Ravenna.

Il decesso è avvenuto all’ospedale di Faenza dove era stato trasferito dopo un primo ricovero, subito dopo l’incidente, al Bufalini di Cesena.

L’impatto che a distanza di giorni si è rivelato fatale era avvenuto nel primo pomeriggio del 10 dicembre, verso le 13.50, lungo via Destra Canale Molinetto, nel tratto cittadino a quattro corsie poco prima del Pala De Andrè.

Stando ad una prima ricostruzione della dinamica effettuata dagli agenti della polizia stradale che aveva effettuato i rilievi, l’uomo era sceso dalla bici e si era incamminato lungo le strisce pedonali per attraversare la strada. In quel punto però, vicino all’attraversamento, erano regolarmente parcheggiate due auto che ostruivano parzialmente la visuale agli automobilisti in transito.

Così la conducente della Peugeot 206 che stava passando in quel momento si era ritrovata all’improvviso l’uomo davanti senza poter fare nulla per evitarlo. Un impatto violentissimo con il 53enne sbalzato a terra e la bici ammaccata rimasta sull’asfalto. Ora per la donna che era al volante dell’auto cambierà automaticamente l’ipotesi di reato in omicidio colposo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000