Giovedì 29 Settembre 2016 | 22:24

FAENZA

Accoltellato dopo un banale litigio

Violenza nella notte all'esterno di un locale lungo la via Emilia, a Ponte del Castello. Ragazzo di Riolo aggredito da tre stranieri, poi scappati. L'amico preso a pugni

Accoltellato dopo un banale litigio

FAENZA. Uno sguardo di traverso, una parola di troppo o un gesto frainteso, e scatta l’aggressione. Tre stranieri, forse particolarmente eccitati da una buona dose di alcol ingurgitata in precedenza, se la prendono con un giovane riolese, colpendolo con pugni: un amico accorre in suo aiuto e rimedia una coltellata. Portato in pronto soccorso, viene operato. Il fendente non ha leso organi vitali: la ferita è stata inferta all’addome, avrebbe danneggiato la milza. E’ stata valutata rilevante, ma comunque non tale da considerare la vita del ragazzo in pericolo. I medici in ogni caso si sono riservati la prognosi, che soltanto stamane dovrebbe essere sciolta.

L’episodio risale alla notte di venerdì (è successo verso le 4.30) e ha come teatro l’area esterna al bar Vassallo, in via Emilia Levante a Ponte del Castello tra Faenza e Castel Bolognese, che ospita anche il distributore di carburanti Repsol. Gestito da cinesi, il locale rimane aperto tutta la notte. La rissa si è scatenata per una serie di motivi ancora da accertare da parte dei carabinieri, che stanno portando avanti le indagini, ma comunque non legati a questioni di droga o prostituzione come si vociferava in un primo momento.

Protagonisti dell’accoltellamento sono stati tre giovani stranieri, originari dell’Europa dell’est. Nel mirino un ragazzo di Riolo Terme intercettato all’esterno del locale. Tra di loro sono volate parole grosse, si sono alzate le mani, fino a quando l’amico (il 23enne A.R. sempre residente a Riolo Terme) è intervenuto con l’intento di dividere i contendenti. Ma con il solo risultato di beccarsi una coltellata alla pancia, in grado di stenderlo a terra. Impauriti delle conseguenze del loro gesto, i tre extracomunitari se la sono data a gambe a bordo di un’auto, facendo perdere ben presto le loro tracce.

Ai due amici riolesi non è restato altro che allertare i soccorsi, subito giunti a bordo di due ambulanze e di un’auto medicalizzata. Prestata una prima assistenza sul posto, il 23enne accoltellato è stato poi trasportato in ospedale a Faenza, dove in seguito è stato sottoposto a intervento chirurgico, perfettamente riuscito. Anche l’amico è stato accompagnato in pronto soccorso, per via dei pugni ricevuti: per lui ferite ed ecchimosi guaribili in 5 giorni.

Per quanto riguarda i tre aggressori, i carabinieri stanno cercando in queste ore di dargli un volto e un nome, ascoltando anche le testimonianze e il racconto dei due riolesi rimasti coinvolti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000