Giovedì 19 Gennaio 2017 | 17:54

TURISMO

Dalle nozze a Dante e al benessere , fondi per oltre due milioni

La Regione premia le iniziative dei privati aderenti alle Unioni di prodotto

Dalle nozze a Dante e al benessere , fondi per oltre due milioni

RAVENNA. Una pioggia di risorse per il turismo ravennate dalla costa all’Appennino, dalla città d’arte al benessere. La Regione negli ultimi giorni del 2016 ha reso nota la graduatoria dei progetti di promocommercializzazione turistica finanziati per il 2017: al territorio provinciale andranno circa 2 milioni e 300mila euro, con Cervia che da sola ne conquista circa un milione e 500mila. Diciasette i progetti ravennati presentati su un totale di 82, tutti ammessi con punteggi alti.

I beneficiari sono soggetti, aggregazioni di imprese aderenti alle Unioni di prodotto costa, città d’arte, Appennino, terme e ciascuno riceverà un sostegno pressoché totale alle iniziative messe a gara. Dopo la selezione prevista dalla nuova legge regionale sul turismo e seguita per la parte della documentazione da Apt, entro il primo trimestre del 2017 la giunta regionale approverà il piano di cofinanziamento e disporrà l’erogazione delle risorse.

Ravenna e Cervia sono le prescelte dai tre soggetti in corsa aderenti al prodotto città d’arte: Ravenna Incoming riceverà il finanziamento pieno per il progetto A Ravenna per matrimoni, musica e cultura, 91.650 euro, mentre alla società cooperativa Mec andranno 71.500 per Terre di Dante 2021; alla Beach srl per Your perfect holiday 365 days connective Romagna experience 199.940 euro.

Ma come è facile immaginare, le maggiori risorse andranno in Riviera con 9 progetti premiati e con Cervia nella parte del leone: si va da Luxury wellbeing resort 2017 della società Hsm Hotel service con 199.940 mila euro, alla Football Academy di Sport travel (199.30 euro); al Cervia Hike & Bike di Cervia Bike (199.200euro); per passare al divertimento in natura di Sportur travel con il progetto Romagna benessere (141.830euro); ai percorsi musicali e naturalistici di Ias tourist (155.480); agli scenari e valori della tradizione di Ospitalità snc (100.100euro). Su Ravenna le cifre si abbassano e le iniziative cambiano: dalla società Campeggi di Marina di Ravenna con il progetto Il plein air conquista il mercato dei giovani (141.180euro) ad Estate srl con Il villaggio che cambia (86.600euro) fino al consorzio Turismo e benessere con Wellness valley: nuove emozioni per una vacanza all’insegna del benessere (83.500euro). Premiate inoltre le realtà termali di Punta Marina (124.865 euro), di Cervia (125.450) e Riolo Terme (113.600 su un progetto da 121.500 euro).

Anche per l’Unione di prodotto Appennino e verde le uniche città e territori a beneficiare delle risorse sono Ravenna e Cervia. La prima grazie alla cooperativa Atlantide con il progetto Piccole grandi emozioni per un turismo slow 2017 (86.450 euro) e la seconda tramite Sportur promotion con New bike experience ed endurance nelle aree verdi (197.470). Non risultano soggetti in corsa per i territori di Faenza e della Bassa Romagna.

Chiara Bissi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000