Martedì 22 Agosto 2017 | 07:07

MERCATO IMMOBILIARE

Compravendite in crescita del 30 per cento

Si acquistano appartamenti di piccole e medie dimensioni. I prezzi rimangono stabili

Compravendite in crescita del 30 per cento

RAVENNA. Segnali di ripresa dal mercato immobiliare ravennate. Nel primo semestre 2016 il numero gli scambi di abitazioni è cresciuto del 29,5% rispetto al 2015 in città e del 28% nei comuni della provincia. Si acquista di più cercando abitazioni di piccola e media dimensione, i prezzi però rimangono pressoché stabili.

In sintesi è quanto è emerso ieri nel corso dalla presentazione del rapporto del mercato immobiliare, alla Sala Cavalcoli della Camera di commercio. L’iniziativa promossa dal sindacato provinciale Fimaa e da Confcommercio fotografa l’andamento del mercato e le tendenze che se confermate per il secondo semestre dell’anno potrebbero confermare numeri in crescita.

Le transazioni potrebbero attestarsi sulle 2.040 nel capoluogo e sui 2.350 nel resto della provincia, in un panorama con poca offerta di nuove abitazioni.

Un cauto dinamismo confermato anche dall’aumento dei mutui, 30% in più rispetto al 2015. Il capitale medio erogato per compravendita si aggira sui 120mila euro, con un tasso medio di poco superiore ai 2 punti percentuali, una durata superiore ai 20 anni e una rata mensile intorno ai 550 euro.

Riguardo ai prezzi di vendita, i dati rivelano un calo dell’1,4% nel capoluogo e dell’1,7% nel territorio provinciale rispetto al 2015: il prezzo del 2016 risulta inferiore al dato registrato nel 2004, confermando il momento favorevole per l’acquisto per chi dispone delle risorse necessarie.

Le ultime statistiche del 2015, riportate dall’Agenzia delle Entrate, individuano come tipologia di acquisto le abitazioni di piccola dimensione, seguite da quelle di media superficie in città, dove il numero di metri quadrati mediamente acquistati è di 98, in rialzo dell’11,8% rispetto al 2014; mentre per i comuni della provincia succede il contrario, con una dimensione media dell’appartamento scambiato di 116,7 metri quadrati (+8,7% sul dato 2014). Non vanno bene i monolocali, il 6,2% degli acquisti a Ravenna e il 5,1% nel resto della provincia.

Nel dettaglio, il centro storico si conferma la zona di pregio con valori per le compravendite che raggiungono i 3mila euro a metro quadrato per il residenziale nuovo e i 13 euro per le locazioni; il residenziale usato si ferma a 2.200 euro a mq mentre i negozi possono arrivare a 6mila euro. Segue la zona Vicoli a 2.600 euro per il residenziale nuovo, il quartiere San Biagio a 2.500 euro e San Rocco e zona Stadio a 2.500 euro, mentre il residenziale da ristrutturare è a mille euro; Borgo Nuovo, via della Lirica, Alberti e Galilei si attesta per il nuovo a 2.100, quota raggiunta anche nel quartiere Darsena - via Molinetto e a Borgo Montone. Attorno alla città Classe, Porto Fuori e Madonna dell’Albero si fermano a 2mila, Ponte Nuovo 2.050, Mezzano 1.900 euro.

Sono intervenuti Natalino Gigante presidente Camera di commercio, Massimo Cameliani, assessore allo sviluppo economico, Paolo Caroli, presidente Confcommercio provincia di Ravenna, Enrico Pasi dello Studio Pasi - Profamily, Gruppo Banca Popolare di Milano, Ivano Venturini, presidente Fimaa Confcommercio provincia di Ravenna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000