Lunedì 26 Settembre 2016 | 03:56

I PARADOSSI DELLA CRISI

Ecco la ruota per New York ma la Ocr è costretta a chiudere i cancelli

L'azienda ha completato la struttura panoramica più alta del mondo che verrà installata a Staten Island

Ecco la ruota per New York ma la Ocr è costretta a chiudere i cancelli

RAVENNA. Dal primo settembre i cancelli delle Officine Costruzioni Ravenna, azienda che opera nel settore dell’oil & gas e della caldareria del porto, sono chiusi. Giusto il tempo di terminare la commessa per la realizzazione dei componenti per costruire la New York Wheel, la ruota panoramica più grande del mondo al pari di quella in via di completamento a Dubai. Un lavoro che poteva essere un vanto per il settore e per il territorio ravennate si è invece tramutato in un triste commiato. Nonostante le tante commesse, le richieste avrebbe coperto tutto il 2017, l’Ocr di fatto non esiste più e i 25 dipendenti hanno nelle settimane scorse scelto, fa sapere Filippo Spada della Uilcem Uil, la via delle dimissioni e del licenziamento individuale. Per la maggior parte dei loro visto la specializzazione e l’alta professionalità si sono aperte le porte di altre aziende locali del settore, ma rimane insoluta la questione degli stipendi non pagati e del Tfr, temi di cui si sta occupando l’avvocato Massimo Cardia, mentre Spada della Uil non esclude la possibilità di un’istanza di fallimento dell’azienda oberata di debiti, per tutelare le retribuzioni dei lavoratori. Fra tanta incertezza, nonostante lo sprint finale dei dipendenti per completare l’ultimo dei quattro sostegni superiori, i componenti della ruota sono ancora in città, in attesa di essere caricati sulla nave che li porterà nel grande parco di Staten Island a New York. La partenza era prevista per il 18 agosto, al momento si spera che prenda il largo la prossima settimana. I pezzi della struttura sono stati commissionati da Starneth e Mammoet, due colossi che hanno firmato la ruota panoramica London Eye. Mammoet si occupa di soluzioni per il trasporto e installazione di grandi strutture mentre Starneth è una società di ingegneria che progetta e costruisce strutture e ruote panoramiche di grandi dimensioni. Le Officine Costruzioni Ravenna, avevano acquisito la commessa nel novembre del 2015 da Walter Tosto spa, un’azienda italiana leader della caldareria. In 8 mesi le quattro “gambe” della ruota sono state realizzate e testate a partire dai controlli di qualità che hanno accompagnato la costruzione e la progettazione delle operazioni di trasporto dal cantiere al porto. Un lavoro che permetterà la costruzione di una ruota alta 192 metri con un diametro di 183 metri. La New York Wheel avrà componenti per 2 milioni di chili, supererà di 57 metri l’altezza della ruota panoramica di Londra. Potrà accogliere fino a 1.440 persone per giro (40 per capsula) e circa 3,5 milioni di visitatori l’anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000