Domenica 11 Dicembre 2016 | 05:02

Più letti oggi

CERVIA

Raid vandalico notturno al bagno Holiday

Danneggiati 500 lettini con armi da taglio

Raid vandalico notturno al bagno Holiday

Foto VALERIO CASADEI

CERVIA. Nella notte di venerdì il bagno Holiday di Milano Marittima ha subito un grave atto di vandalismo e conta 500 lettini fuori uso. Sono stati tagliati in modo scientifico, da chi voleva evidentemente colpire questa attività, proprio nel pieno dell’estate. «Su mille lettini ne hanno danneggiati la metà - denuncia Ambra Ortali, la titolare dello stabilimento situato alla dodicesima traversa, nonché presidente del Sib - e non ho idea di chi possa essere stato, noi non abbiamo dato fastidio a nessuno. Certo non un ragazzino, e nemmeno i colleghi che invece hanno fatto a gara per esprimerci la loro solidarietà, mettendoci addirittura a disposizione i loro lettini. Si tratta invece di una azione meditata e studiata con maestria, visto che sono riusciti ad eludere tutte le telecamere. Fra l’altro, compiuta proprio quanto le aziende fornitrici vanno in ferie. Ma la nostra ci ha già rimediato parte del materiale, e i turisti si sono dimostrati talmente partecipi alla nostra sventura che hanno dato una mano nelle operazioni di sostituzione».

«Siamo riusciti in qualche modo a rimediare questo grave danno - continua la titolare - ma rimane l’amaro in bocca per un episodio inaudito, il primo del genere dopo 37 anni di attività. Vogliono piegare una azienda che, invece, non lo accetta. E noi faremo di tutto per andare avanti, seppure queste cose facciano male, dopo avere fatto tanto per la città».

L’Holiday, insomma, non piega la testa e anzi, come detto, tutta la categoria si schiera con i titolari. La città però è scossa, perché tutto fa presupporre che questa volta sia stata proprio la criminalità organizzata ad agire. Ma perché? Qual è il movente?

La palla passa alle forze dell’ordine, mentre il sindaco Luca Coffari lancia una segnale forte su quanto avvenuto. «In merito al grave episodio avvenuto ai danni dello stabilimento balneare Holiday - afferma il primo cittadino - a nome personale, dell’Amministrazione comunale e di tutta la città, esprimo grande vicinanza ai gestori dello stabilimento. Li ho incontrati personalmente questa mattina sul posto, insieme al comandate provinciale dell’Arma dei carabinieri. È un atto intimidatorio grave, che come città tutta ripudiamo e combatteremo con tutte le nostre forze. Le istituzioni sono al fianco delle imprese, contrasteremo con ogni mezzo chi pensa di utilizzare questi metodi nella nostra città».

«Durante l’incontro ho potuto constatare la grande determinazione e forza della titolare dello stabilimento - continua -, che si è immediatamente messa all’opera per sostituire i lettini danneggiati ed accogliere con il sorriso di sempre i clienti. La sua forza è la nostra e di tutta la città. Grandissima infatti è stata la solidarietà ricevuta da tutte le associazioni di categoria, dalla coop bagnini e dai colleghi. Siamo uniti e determinati, sapremo opporci a tutto ciò. Confidiamo inoltre nell’operato delle forze dell’ordine, per fare luce il prima possibile su quanto avvenuto e individuare i colpevoli».

«Noi ci riconosciamo nelle parole del sindaco - interviene anche Danilo Piraccini della Cooperativa bagnini - e per il momento riteniamo di non dover aggiungere nulla. Il nostro sostegno al bagno Holiday è totale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000