Lunedì 05 Dicembre 2016 | 19:42

PAURA A MARINA

Bombola "esplode", sub resta ferito

Braccio fratturato dal rubinetto schizzato via mentre stava riempendo d'aria

Bombola "esplode", sub resta ferito

Foto MASSIMO FIORENTINI

RAVENNA. Il vice presidente dell’associazione Sub Delphinus di Marina di Ravenna, Eros Gaddoni, 60 anni, è rimasto ferito ieri sera in un singolare incidente mentre stava ricaricando una bombola d’aria nella sede dell’associazione che si trova all’interno del complesso di Marinara.

Poco dopo le 19.30 il rubinetto di quella che stava riempiendo, per cause ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri della stazione di Marina, è letteralmente stato sparato via da un getto di aria a forte pressione. Il “tappo” metallico ha colpito all’avambraccio il vice presidente dell’associazione che ha riportato una frattura dell’arto. Per fortuna il ferito non è stato colpito al volto o alla testa, in quel caso il bilancio sarebbe stato molto probabilmente tragico.

Gaddoni è stato subito soccorso dal personale medico del 118 arrivato sul posto in pochi istanti. Successivamente è stato disposto il suo trasferimento all’ospedale Bufalini di Cesena per ulteriori accertamenti.

«Non ho ancora avuto modo di parlare con lui - commenta al telefono il presidente Domenico Bressan - ma per fortuna dalle notizie che abbiamo ricevuto sembra che si tratti solo di una frattura. La bombola non è esplosa, ma il rubinetto è stato “sparato” dal getto della pressione».

Per i sub la ricarica delle bombole è considerata un’attività di routine, ma solo nei prossimi giorni si potrà forse riuscire a capire cosa abbia provocato l’incidente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000