Domenica 25 Settembre 2016 | 19:23

LA BRAVATA

Lascia l'auto di lusso in un garage privato, gliela prendono per far colpo sulle ragazze

A farne le spese un noto commercialista ravennate. L'ha ritrovata il giorno dopo danneggiata. Il parcheggiatore era uscito con un amico

Lascia l'auto di lusso in un garage privato, gliela prendono per far colpo sulle ragazze

RAVENNA. Ha consegnato l’auto con tanto di chiavi all’addetto del garage privato dove era solito lasciarla in custodia dicendogli che sarebbe andato a riprenderla il lunedì successivo. Un contrattempo lo ha invece costretto ad anticipare i tempi, ma quando si è presentato per ritirarla, la vettura era sparita. A prenderla, stando a quanto ricostruito dai carabinieri, era stato uno dei collaboratori dell’autorimessa. Voleva fare colpo insieme all’amico sulle ragazze in occasione di San Valentino; non è dato sapere se la serata sia andata come volevano, quel che è certo è che il colpo è venuto al proprietario, un noto commercialista ravennate, convinto di aver perso una vettura da oltre 40mila euro.

Una bravata, quella in occasione della festa degli innamorati, che rischia di costare caro ai due giovani; in seguito alla denuncia sporta, il fascicolo è infatti finito sul tavolo del sostituto procuratore Cristina D’Aniello.

Il proprietario dell’auto - che si è rivolto ad un legale, l’avvocato Maria Grazia Russo - aveva lasciato la macchina nel garage cittadino di cui si serve d’abitudine, ritirando il ticket per il successivo ritiro della vettura. Non avendo in programma di usarla nel fine settimana, in quell’occasione aveva informato l’addetto che si sarebbe presentato a prenderla solo il lunedì.

Ma quel sabato sera non era un giorno qualsiasi. Era la vigilia di San Valentino. E così il ragazzo e l’amico hanno pensato che non ci fosse nulla di male nel prenderla per fare bella figura con le fidanzate. Per questo hanno preso le chiavi e sono partiti. Chissà che stupore, immaginavano, quando si sarebbero presentati con quella macchina. Tanto più che avrebbero avuto tutto il tempo per rimetterla a posto senza che nessuno se ne accorgesse.

Non avevano però fatto i conti con l’imprevisto dietro l’angolo. La domenica mattina, infatti, il commercialista ha avuto la necessità di prendere la macchina per un’urgenza. Ma quando è andato a ritirarla non c’era. Per questo ha prima allertato il titolare del garage, che lo ha rassicurato dicendogli che avrebbe controllato quanto prima le registrazioni delle telecamere presenti all’interno della rimessa per capire cosa fosse successo, e poi si è rivolto al 112, recandosi dai carabinieri a sporgere denuncia. Qualche ora più tardi il proprietario dell’auto è stato informato del ritrovamento del veicolo, ma quando è andato a sincerarsi che fosse tutto a posto ha notato che dall’abitacolo erano spariti alcuni effetti personali e che erano sorti problemi allo sterzo (in precedenza a suo dire mai rilevati) che all’officina autorizzata a cui ha portato la vettura per un controllo hanno collegato ad un danneggiamento dovuto ad un forte impatto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000