Sabato 01 Ottobre 2016 | 14:05

Più letti oggi

FAENZA

Raddoppiate le multe per l'autovelox

Oltre settemila sanzioni elevate dalla Polizia Municipale

Raddoppiate le multe per l'autovelox

FAENZA. Automobilisti dal piede pesante stangati dall’autovelox. Sono infatti più che raddoppiate le sanzioni elevate dalla Polizia municipale di Faenza lo scorso anno; le contravvenzioni accertate sono passate dalle 3.227 del 2014 alle 7.229 del 2015. La maggior parte delle infrazioni rilevate dalla postazione fissi installata in via Ravegnana.

Oltre 4.200 casi si riferiscono a conducenti che hanno superato il limite di velocità di 10 km/h, quasi 3mila le multe per eccessi compresi tra i 10 e i 40 km/h mentre sono sette gli automobilisti sorpresi a viaggiare a 40 km/h oltre il consentito. «L’impennata - tiene a spiegare il comandante Paolo Ravaioli - è figlia dell’attivazione in entrambi i sensi dal mese di aprile dell’autovelox fisso lungo la Ravegnana. Il 75% di tutte queste infrazioni si riferiscono a quel tratto».

Per le soste irregolari la dinamica cambia. In totale le contravvenzioni elevate l’anno scorso sono state 20.626 (14.951 della Pm e 5.675 dagli accertatori di Movs) quasi 5.000 in più rispetto a due anni fa. Le soste irregolari calano passando dalle 9.182 del 2014 alle 8.069 del 2015. In termini economici nelle casse del Comune dovrebbero arrivare, salvo insoluti (circa il 30%) e ricorsi persi (il 50%), sui 450.000 euro di cui 130.000 dalle soste. Proprio i ricorsi crescono passando dai 289 del 2014 ai 322 del 2015.

I faentini continuano a girare senza le cinture visto che le multe sono state 176 (erano 86), molti ancora non si fermano con il semaforo rosso (454 multe contro le 714) e parlano al telefono senza auricolare mentre guidano (56 contro 75 del 2014). Infine sono state 36 le patenti ritirate, 75 i fermi o sequestri amministrativi e 54 i veicoli alienati, confiscati e radiati ai proprietari.

Per quanto riguarda gli incidenti il 2015 ne ha registrati 411 di cui l’80% rilevato dagli uomini di Ravaioli. Il dato è in continua decrescita. Dal 2006 si è scesi del 26% con 141 incidenti in meno. Di questi 247 sono con lesioni mentre, in crescita rispetto al 2014, sono quelli con soli danni che passano da 152 a 163. Non si sono invece registrati incidenti mortali se non uno ma è stato appurato che è da far risalire ad un malore avuto dal conducente. I feriti l’anno scorso sono stati per oltre il 65% utenti deboli (104 tra pedoni e ciclisti e 33 motociclisti). Calano in modo drastico i conducenti ubriachi o sotto l’effetto di stupefacenti: 7 contro i 23 del 2014.

Per quanto riguarda l’attività di polizia giudiziaria calano le denunce rispetto a due anni fa fermandosi a quota 1.019 contro le 1.130 anche se crescono le denunce per furti che arrivano a 66.

Infine un dato che preoccupa ed è in continua crescita è quello dell’accompagnamento in struttura di minori stranieri non accompagnati. Un trend in crescita che nel 2015 ha visto impegnati gli uomini della Municipale in 18 casi. In totale il Comune ha in carico in strutture dedicate, 29 minorenni stranieri, in prevalenza di origine albanese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000