Sabato 10 Dicembre 2016 | 02:03

TRAGEDIA IN COLLINA

Con la moto contro la fiancata di un fuoristrada

Vola a decine di metri di distanza e muore sul colpo

 Con la moto contro la fiancata di un fuoristrada

BRISIGHELLA. Drammatico incidente in collina: un 56enne ha perso la vita mentre viaggiava lungo la strada provinciale 302 a bordo della propria maxi moto.

Lo scontro mortale è avvenuto attorno alle 13.15 in un tratto rettilineo tra le frazioni brisighellesi di Sant’Eufemia e Strada Casale. L’uomo, il bagnacavallese Michelangelo Mazzotti, 56 anni, era al manubrio della sua Mv Augusta 800 e marciava da valle verso monte, in direzione di Marradi. Complice il bel tempo, magari stava approfittando della giornata favorevole per effettuare un’escursione nelle colline faentine in sella alla sua moto, tra l’altro acquistata non molto tempo fa. Davanti a lui procedeva un piccolo fuoristrada, un Suzuki Santana, al cui volante era la brisighellese S.T., di 55 anni. La donna ha iniziato la manovra di svolta alla propria sinistra, con l’intenzione di imboccare una carraia laterale. In quel mentre è sopraggiunto, presumibilmente ad alta velocità, il centauro, e l’impatto è stato inevitabile.

Il motociclista ha incocciato il veicolo nella parte laterale, all’altezza della portiera, poi, come conseguenza dell’urto, è volato via a decine di metri di distanza, cadendo rovinosamente nel campo adiacente alla strada. Per il 56enne il decesso è stato pressoché immediato. Inutile la corsa di un’ambulanza e dell’elicottero di Romagna Soccorso: agli uomini del 118 non è rimasto altro da fare che certificare la morte. Per quanto riguarda la 55enne coinvolta nel sinistro, è stata accompagnata in pronto soccorso per effettuare una serie di accertamenti e curare le contusioni rimediate: l’impatto con la moto è avvenuto proprio all’altezza del posto di guida del Suzuki.

Per determinare le cause e la dinamica esatta dello scontro stanno procedendo gli agenti della polizia municipale dell’Unione. Mazzotti abitava in via Settembrini, una strada al limitare del centro cittadino di Bagnacavallo. Vedovo, aveva un figlio, residente a Lugo. Lavorava in un’officina meccanica lughese. Grande appassionato di moto, ne possedeva altre, anche d’epoca, oltre alla Mv Augusta che ha invece cavalcato durante l’ultima sua escursione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000