Giovedì 08 Dicembre 2016 | 21:05

TRAGEDIA SULLA ROMEA

Frontale con una cisterna, muore 49enne

A provocare lo schianto un'auto pirata. La vittima, un imprenditore lughese, avrebbe frenato per evitare una vettura rientrata dopo un sorpasso

Frontale con una cisterna, muore 49enne

RAVENNA. Si è scontrato con un tir che procedeva nella direzione opposta. Ma nell’incidente costato la vita ad Andrea Bezzi, 49enne lughese titolare di una azienda agricola, sarebbe coinvolto un terzo veicolo. Una macchina scura con targa estera che precedeva il Doblò della vittima e che sarebbe stata vista compiere manovre azzardate.

Dalle testimonianze raccolte l’auto, al rientro da un sorpasso, avrebbe costretto il conducente del furgone a frenare di colpo (come risulta dai segni degli pneumatici sull’asfalto), ma nel tentativo di evitare il tamponamento il 49enne sarebbe poi finito contro il camion.

Un particolare al vaglio del personale della Polizia stradale (sul posto per i rilievi erano presenti gli agenti della pattuglia di Faenza, mentre per le indagini sono intervenuti anche i colleghi di Ravenna) che sta effettuando tutte le valutazioni del caso. Ad ostacolare il compito degli inquirenti il fatto che nel punto in cui è avvenuto lo scontro, il tratto di Romea compreso tra la rotonda di Marina Romea e quella di Casaborsetti, non ci sono telecamere, ma gli altri impianti presenti nella zona dovrebbero comunque consentire di verificare l’informazione e risalire al conducente del presunto veicolo pirata.

Stando a quanto ricostruito finora, il 49enne - che risiedeva in via Ripe di Cotignola e che gestiva insieme ad uno dei due fratelli l’azienda ovicola di famiglia - stava percorrendo la statale in direzione di Ravenna quando, giunto in prossimità della Valle della Canna, a meno di mezzo chilometro dalla rotatoria di via Delle Valli, si è scontrato frontalmente con un’autocisterna contenente soda caustica che viaggiava verso Venezia e che in seguito all’urto è finita nella scarpata.

Illeso l’autotrasportatore alla guida, un 44enne veneto secondo il quale la manovra del furgone condotto dal 49enne sarebbe stata determinata dal rientro da un sorpasso di una vettura che si sarebbe poi allontanata. La versione avrebbe trovato parziale conferma anche da un altro automobilista.

L’impatto tra il Doblò e il mezzo pesante, avvenuto attorno alle 14, non ha lasciato scampo a Bezzi. Vano infatti ogni tentativo di soccorso da parte del personale del 118, giunto sul posto anche con l’elimedica. Mobilitati anche i vigili del fuoco e il personale dell’Anas.

Pesanti le ripercussioni sul traffico, a lungo bloccato con code chilometriche di auto e mezzi pesanti. Per consentire i soccorsi, il recupero della salma, la rimozione dei veicoli incidentati e il travaso del contenuto della cisterna la statale è rimasta chiusa al traffico per ore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000